Siria, Trump: "Pronto a distruggere l'economia turca"

Sanzioni a 3 ministri turchi. Pence annuncia viaggio in Turchia per chiedere il "cessate il fuoco"

Donald J. Trump

"Sono totalmente pronto a distruggere rapidamente l'economia turca se i leader turchi continuano questa strada pericolosa e distruttiva". Questo il tweet condiviso da Donald Trump attraverso il suo account dopo la decisione di "imporre sanzioni contro dirigenti ed ex dirigenti del governo turco e qualsiasi persona che contribuisca alle azioni destabilizzanti della Turchia nel nordest della Siria". Il segretario di Stato, Mike Pompeo, ha invitato Erdogan a fermare l'operazione militare: "Se la Turchia continuerà la sua operazione, esacerberà la crisi umanitaria, con potenziali disastrose conseguenze. Per evitare ulteriori sanzioni Ankara deve immediatamente cessare la sua offensiva unilaterale nel nordest della Siria e tornare al dialogo con gli Stati Uniti sulla sicurezza della regione"

Il vicepresidente, Mike Pence, ha invece annunciato che si recherà proprio in Turchia per discutere dell'offensiva militare nel nord della Siria con Erdogan, al quale Trump ha già chiesto telefonicamente di "mettere fine all'invasione", di decretare "il cessate il fuoco immediato" e di avviare "negoziati con le forze curde in Siria".

I membri dell'esecutivo turco sanzionati sono: il Ministro della Difesa (Hulusi Akar), il Ministro dell'Interno (Suleyman Soylu) ed il Ministro dell'Energia (Fatih Donmez). Come spiegato dal segretario del Tesoro, Steven Mnuchin, "gli Stati Uniti ritengono il governo turco responsabile dell'aumento di violenza da parte delle forze turche, mettendo in pericolo civili innocenti e destabilizzando la regione".

Per il momento le forze armate Usa resteranno in Siria allo scopo di monitorare la situazione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO