Guardia Costiera soccorre 290 migranti al largo di Lampedusa. Trovato barcone affondato il 7 ottobre, 12 i corpi

migranti-salvati lampedusa

Sono poco meno di 300 (circa 290) i migranti soccorsi oggi a bordo di un barcone a una trentina di miglia da Lampedusa, in acque sar maltesi. A eseguire l’operazione sono state le motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza italiane. I migranti erano a bordo di un barcone "in precarie condizioni di galleggiabilità" hanno poi spiegato le autorità.

La segnalazione che ha fatto scattare i soccorsi era giunta alla centrale operativa della Guardia costiera che coordinandosi con La Valletta ha poi trasbordato i migranti su tre motovedette italiane. Le 290 persone a bordo ora sono in attesa di un porto sicuro per sbarcare.

Intanto è stata individuata la barca naufragata il 7 ottobre scorso al largo di Lampedusa. L’imbarcazione si trova a una sessantina di metri di profondità, a 6 miglia a sud dell’isola. In azione i sommozzatori della Guardia costiera che hanno rinvenuto almeno dodici corpi: tra le vittime dell’ultima tragedia della disperazione ci sono anche un bambino e una giovane donna.

Non è ancora escluso che vicino al barcone naufragato potrebbero esserci altri cadaveri. Per individuare i corpi la Guardia costiera ha usato un robot subacqueo che ha scandagliato la zona per giorni. Le operazioni di recupero della barca saranno coordinate dalla stessa Guardia costiera nei prossimi giorni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO