Scontri a Santiago del Cile: l'esercito impone il coprifuoco

CILE - Dopo 3 giorni di guerriglia urbana, il Presidente Sebastián Piñera ha chiesto l'intervento dell'esercito per tentare di placare la rabbia dei cittadini di Santiago del Cile, esplosa dopo l'annuncio del secondo aumento in pochi mesi del costo dei biglietti per il trasporto pubblico. La decisione di portare il biglietto a 830 pesos ha mandato su tutte le furie gli abitanti della Capitale, scesi in massa in piazza.

830 pesos corrispondono ad 1,05 euro, una cifra che potrebbe non impressionare, ma che va messa in relazione con lo stipendio medio dei cileni che è pari a 650 euro mensili. Sono molti, oltretutto, i cittadini delle classi sociali più umili a vivere con circa 200 euro in meno a loro disposizione rispetto alla media nazionale.

Per questo motivo l'aumento ha scatenato proteste incontrollate, facendo emergere tutta la rabbia della popolazione che ha fin da subito preso d'assalto le stazioni della metropolitana, almeno la metà delle quali sono state devastate ed anche incendiate. A nulla è servito neanche l'annuncio del Presidente Piñera di voler revocare l'aumento.

Si sono verificati, inoltre, numerosi episodi di saccheggio e forti scontri tra forze dell'ordine e manifestanti; 308 persone sono state arrestate, mentre 156 poliziotti e 10 civili sono rimasti feriti e sono stati trasportati in ospedale. Secondo una prima stima, i danni ammontano a circa 180 milioni di euro solo per quanto riguarda le stazioni della metro prese d'assalto.

Nella notte scorsa sono morte 3 persone: 2 sono state ritrovate carbonizzate all'interno di un supermercato dato alle fiamme, mentre una terza persona è deceduta in ospedale dopo essere rimasta gravemente ferita negli scontri di piazza.

Per la prima volta dai tempi della dittatura di Pinochet, l'esercito ha proclamato il coprifuoco totale, sospendendo le libertà. Il generale Javier Iturriaga del Campo ha deciso che nessuno potrà uscire di casa dalle ore 22 alle 7 del mattino senza un permesso speciale e così sarà per i prossimi 15 giorni. Anche il diritto di riunione è stato sospeso.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO