Meloni: "Salvini leader del centrodestra? Forse gli interessa più la Lega"

Giorgia Meloni

In una coalizione si tende sempre a scegliere come leader chi ha più voti e nell'attuale configurazione del centrodestra italiano quel ruolo spetta di diritto al leader della Lega Matteo Salvini, che sabato scorso ha riunito anche Fratelli d'Italia, Forza Italia e anche gli estremisti di CasaPound in piazza San Giovanni a Roma.

Lì, in quella che doveva esser la piazza del centrodestra, però, non sono mancate le bandiere della Lega sul palco e questo ha fatto storcere il naso alla leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, che oggi dalle pagine de La Stampa ha criticato Matteo Salvini proprio per questo suo non essere convinto di voler davvero abbracciare l'intero centrodestra:

Essere una coalizione unitaria non significa avere un partito unico. Poi chi ha più voti fa il leader. Le nostre primarie sono i voti veri, quelli nelle urne. Dopodiché rimaniamo tre partiti diversi con la loro identità e le loro leadership. L’importante è sapere se a Salvini interessa fare il leader del centrodestra.

Meloni ha portato come esempio la manifestazione da lei indetta davanti a Montecitorio nel giorno del voto di fiducia al nuovo esecutivo di Giuseppe Conte. Quella era a tutti gli effetti una manifestazione organizzata da Fratelli d'Italia, ma dopo l'adesione della Lega di Matteo Salvini la leader aveva deciso di rimuovere i simboli di partito. Salvini ha deciso invece di non farlo:

Che senso ha fare una manifestazione insieme e poi piazzare i simboli della Lega sul palco. Anche io ho indetto una manifestazione davanti a Montecitorio il giorno della fiducia al governo Conte, ma ho tolto simboli del mio partito perché fosse un’iniziativa di tutti.

E, ancora: "A volte ho l'impressione che Salvini sia interessato più al destino della Lega che della coalizione. Ciò non toglie che ha più voti e se si andasse a votare ora sarebbe lui, il candidato premier".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO