Draghi saluta la Bce: "Ho fatto del mio meglio"

draghi addio bce

Ultimo giorno alla Bce per Mario Draghi. Il presidente uscente della Banca Centrale ha ribadito di non avere rimpianti e di aver fatto del suo meglio durante il suo mandato. Nonostante ciò, c’è ancora tanto lavoro da fare per lo scenario economico dell’Eurozona. "I rischi restano al ribasso - spiega Draghi - , a causa della protratta incertezza geopolitica, del protezionismo e delle vulnerabilità delle economie emergenti", aggiungendo poi che "l'Eurotower resta pronta a modificare tutti i suoi strumenti monetari per far risalire l'inflazione. È necessaria una politica accomodante ancora a lungo".

Fondamentale, sottolinea Draghi così come fatto già durante un’altra recente conferenza stampa, che ciascun governo dell’Eurozona faccia la propria parte. "Di fronte alle prospettive indebolite e alla prevalenza di rischi al ribasso - insiste - i governi che hanno spazio di Manovra di bilancio devono agire in modo efficace e tempestivo". Quanto ai tassi negativi, il giudizio complessivo del presidente uscente della Bce "è positivo e i miglioramenti dell'economia hanno più che bilanciato gli effetti indesiderati negativi". "Il rischio principale è una recessione dell'economia, che sia globale o dell'Eurozona", conclude Draghi in merito all’attualità economica.

Spesso invocato in Italia per la formazione di un governo tecnico durante varie crisi di governo, Mario Draghi non fa previsioni su cosa “farà da grande” e sull’addio alla Bce chiosa: "Come mi sento? mi sento come qualcuno che ha cercato di rispettare il mandato nel miglior modo possibile", conclude.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO