25enne ucciso a Roma, Conte contro Salvini: "Miserabile speculare su un fatto del genere"


Sulla polemica relativa all'omicidio di Luca Sacchi, il ragazzo di 25 anni ucciso a Roma per difendere la fidanzata da uno scippo (secondo le prime ricostruzioni), interviene il premier Giuseppe Conte (riferendosi a Matteo Salvini): "Se qualcuno si permette di fare speculazioni su un fatto del genere in campagna elettorale lo trovo miserabile".

Salvini commentando la tragica rapina costata la vita al ragazzo era andato all’attacco dell’amministrazione Raggi e del governo: "Da ex ministro dell'Interno fa male vedere tutta l'insicurezza della Capitale governata dai 5 Stelle e i tagli disastrosi che Renzi, Conte e Zingaretti fanno al fondo per le forze dell’ordine".

In merito all’omicidio di ieri sera, Anastasia, la ragazza della vittima, ha chiarito che Luca è stato ucciso con un colpo di pistola alla testa davanti ai suoi occhi nonostante lei stesse consegnando la borsa ai rapinatori:

"Eravamo appena usciti dal pub. Mi sono sentita strattonare da dietro, Mi hanno detto: 'Dacci la borsa'. Gliela stavo consegnando quando mi hanno colpito con una mazza. A questo punto è intervenuto Luca che ha reagito bloccando il ragazzo che mi aveva aggredito. Quindi è intervenuto l'altro aggressore che gli ha sparato in testa"

Questo è quanto la donna ha raccontato agli inquirenti che indagano sulla rapina davanti a quel pub di via Bartoloni, in zona Colli Albani. La ragazza nell’aggressione ha riportato una contusione alla testa.

Il pm di turno procede per omicidio volontario, sul posto è stato trovato un solo bossolo, come confermato dal titolare del pub che ha riferito di aver udito un solo sparo. Le indagini sono in mano ai carabinieri.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO