Umbria, Di Maio: "Patto civico Pd e M5S è terza via"


Luigi Di Maio, da Narni, in Umbria, prova a tirare la volata al candidato del centrosinistra Vincenzo Bianconi alla presidenza della regione. Una candidatura frutto dell’accordo tra Pd e M5S.

Uno schema che, avanzato timidamente, potrebbe essere un precedente importante per future alleanze a livello locale e rafforzare al tempo stesso la compagine di governo. Il patto civico su Bianconi in Umbria, che si basa sulla rinuncia dei partiti a pretese sugli assessori, "non è solo un'alternativa, è la terza via" ha detto Di Maio.

Il ministro degli Esteri, come già aveva fatto Conte, ha parlato poi di manovra e della contestata misura (anche nella maggioranza, da parte di Italia Viva) dell’inasprimento del carcere per gli evasori fiscali: "Nella lotta all'evasione bisogna uscire dal cliché del commerciante e dell'artigiano. Finalmente la Manovra e il decreto fiscale cominciano a toccare gli intoccabili: chi emette fatture false. Non solo li colpiamo col carcere ma anche con la confisca per sproporzione. Facciamo un po' di giustizia sociale".

Toni analoghi a quelli di Di Maio sull’intesa raggiunta in seno alla maggioranza su Bianconi erano stati espressi in mattinata dal ministro della Salute Roberto Speranza, di LeU: "Questa alleanza politica non è una semplice parentesi, ma un investimento sul futuro del paese, contro odio e propaganda". L’esito del voto di domenica ci dirà se e come procederà l’esperimento.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO