Trump: "Al Baghdadi morto come un codardo, stava ricostruendo l’Isis"

trump al baghdadi conferenza stampa

Donald Trump, dopo aver seguito in prima persona il raid delle truppe americane in Siria, ha parlato in conferenza stampa della morte di Abu Bakr al Baghdadi. Il leader dell’Isis era stato braccato dai militari USA e non avendo altre vie di fuga si è suicidato facendosi esplodere. "Il terrorista numero uno al mondo - conferma Trump - si è fatto saltare in aria dopo essere fuggito in un vicolo cieco, piangendo e urlando. Ha ucciso anche tre dei suoi figli. Sotto la mia direzione abbiamo distrutto il Califfato. I terroristi non devono dormire sonni tranquilli".

Affiancato dal suo vice Mike Pence, il presidente degli Stati Uniti ha sottolineato più volte che il leader terroristico "è morto come un cane, come un codardo". Trump ha assistito in tempo reale al blitz, come se fosse al cinema per guardare un film di guerra. Uno dei militari ha ripreso tutto con una telecamera in altissima definizione, inviando le immagini direttamente alla Casa Bianca. Il raid, ha aggiunto il presidente USA, "è durato due ore. Ho visto in diretta quel blitz, mentre ero nella Situation Room della Casa Bianca. È stato come guardare un film".

Trump: "Grazie anche ai curdi siriani"

Qualcuno sosteneva che Al Baghdadi fosse morto da tempo, altri che probabilmente fosse fuori dai giochi. In realtà, il terrorista era vivo e vegeto, oltre ad essere più attivo che mai. "Al Baghdadi stava lavorando alla ricostruzione dell'Isis - continua Trump - perché sapeva che era stato distrutto". Infine il ringraziamento a "Russia, Siria, Turchia, Iraq e anche i curdi siriani. Grazie a loro questo raid è stato impeccabile".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO