Iraq, a volto coperto aprono il fuoco sui manifestanti: 18 morti

aprono il fuoco sulla folla kerbala iraq

Il coprifuoco notturno imposto dal governo iracheno non ha fermato le proteste di piazza contro il carovita e la corruzione nel paese, proteste che si tingono sempre più di sangue. Nelle ultime ore alcuni uomini mascherati hanno sparato sui manifestanti nella città santa sciita di Karbala, a sud della capitale Baghdad: almeno 18 persone sono morte secondo funzionari iracheni che hanno citato dei testimoni diretti dell’attacco.

Secondo l'Associated Press i manifestanti erano radunati in una piazza della città quando da un’auto è partita una raffica di colpi di arma da fuoco. Subito dopo sul posto si sono materializzati degli uomini vestiti di nero con il volto coperto che hanno continuato a sparare sulla folla inerme.

200 civili morti in Iraq da inizio ottobre

Secondo le ong sono più di 200 i civili uccisi dalla repressione del governo dall'inizio di ottobre, 149 le vittime in una sola settimana. Le forze di sicurezza cercano di non far radunare i manifestanti nelle piazze e nei luoghi pubblici della capitale come nelle altre maggiori città del centro-sud del Paese. Secondo l'Osservatorio iracheno per i diritti umani cinque studenti sono stati uccisi ieri a Baghdad. 3mila i manifestanti feriti da venerdì scorso.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO