Zingaretti: "Non voglio il voto ma il governo cambi passo. Il problema è il destino del Paese"


Dopo la batosta elettorale in Umbria il segretario del Pd Nicola Zingaretti conferma che non sarà il fallimento della prima alleanza Pd-M5s sul territorio a far saltare il governo ma chiede un deciso cambio di rotta.

"Non voglio andare al voto e farò di tutto per dare vita a questo governo" dice il governatore del Lazio secondo cui la maggioranza di governo però "deve cambiare passo, litigare meno e produrre di più. Serve al Paese, se no non verremo mai riconosciuti come una alternativa credibile alle destre".

Intanto dopo la cocente sconfitta del patto giallorosso in Umbria sembra improbabile che lo schema possa ripetersi nelle prossime consultazioni regionali, soprattutto in Emilia-Romagna e Toscana.

"Ogni regione sceglierà per conto suo. Nelle regioni dobbiamo trovare alleanze per ottenere risultati" sugli obiettivi spiega Zingaretti che non rinnega però il patto di governo con i 5 Stelle: "Il problema è il destino del Paese... Senza quel patto la situazione sarebbe stata peggiore. Rifarei tutta la campagna, una battaglia giusta si deve fare anche a rischio di perdere".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO