Di Maio: "Salvini ci ha lasciati con il cerino in mano"

salvini-di-maio-crisi

Il primo amore non si scorda mai. Vale per tutti ed anche per Luigi Di Maio è così. Il capo politico dei 5 Stelle proprio non sentiva alcun bisogno di dare una discontinuità all'azione di Governo perché, evidentemente, si trovava perfettamente a proprio agio nell'Esecutivo a guida leghista. L'attuale Ministro degli Esteri è tornato a parlare di Salvini al 'Maurizio Costanzo Show', in onda questa sera su Canale 5 dalle 23:55.

Quando gli è stato chiesto se fosse o meno disposto, in futuro, a considerare l'idea di "fare pace" con Matteo Salvini, questa è stata la sua risposta: "Sicuramente non è una questione personale, noi siamo stati al governo insieme per 14 mesi, ci siamo detti 'si va avanti 5 anni'. Ad agosto venni a sapere per vie traverse che aveva cambiato idea. Noi avevamo il rischio dell'aumento dell'Iva, dell'esercizio provvisorio. Mi ha fatto male che fino al giorno prima era tutto ok, poi siamo stati lasciati col cerino in mano. Noi ci siamo presi la responsabilità di non fare aumentare l'Iva. Mi fido di tutte le persone fino a prova contraria, poi quando arriva la prova contraria per me può finire lì".

Anche da Costanzo, Di Maio ha ribadito che per lui la parentesi delle alleanze elettorali con il Pd può ritenersi chiusa dopo l'esperimento fallito in Umbria: "Ci sono tanti movimenti che si occupano di tanti temi sul territorio econ quelli possiamo stare insieme ma non con le altre forze politiche. Il Movimento rappresenta un'alternativa quando va oltre la destra e la sinistra. Secondo me oggi essere post ideologici è un po' più complicato perché a livello europeo le posizioni si vanno polarizzando".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO