Come funzionerà la lotteria degli scontrini? Ecco tutti i dettagli

L'ormai famosa lotteria degli scontrini, uno strumento per la lotta all'evasione fiscale inserito nella legge di bilancio del 2017 dal governo di Paolo Gentiloni e fatto slittare per due anni a suon di decreti, si appresta a diventare realtà a partire dal 1° gennaio 2020, anche se non a pieno ritmo.

Il suo funzionamento è semplice: ogni volta che viene effettuato un acquisto fisico, il cliente deve comunicare al commerciante un codice specifico - legato al codice fiscale - da abbinare allo scontrino. A partire da quel momento il cliente potrà essere uno tra i fortunati che ogni mese potrà vincere fino a 50mila euro.

Saranno tre le estrazioni previste ogni mese con premi da 10mila euro, 30mila euro e 50mila euro, rigorosamente esentasse. A queste si aggiungerà un'estrazione annuale con premio da 1 milione di euro e, questo è ancora da definire, potrebbero aggiungersene delle altre legate ad eventi speciali o riservate per chi ha effettuato pagamenti con moneta elettronica.

Alcuni aspetti di questa lotteria devono ancora essere perfezionati, ma oggi l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato le istruzioni per l’invio dei dati degli scontrini che parteciperanno alla lotteria, spiegando che almeno fino al 30 giugno 2020 le farmacie e i medici saranno esclusi dal concorso a premi, così come i soggetti che sono già tenuti all'invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria.

Chi può partecipare alla lotteria degli scontrini

L'accesso alla lotteria degli scontrini è permetto a tutte le persone fisiche che hanno compiuto 18 anni e che sono residenti in Italia. Per accedervi è necessario effettuare acquisti di beni e servizi presso esercenti che trasmettono telematicamente la documentazione all'Agenzia delle Entrate.

Come fare per partecipare alla lotteria degli scontrini

L'Agenzia delle Entrate lancerà quanto prima il Portale della Lotteria che permetterà a tutti i contribuenti di generare e scaricare un codice lotteria univoco. Una volta generato quel codice, il contribuente dovrà conservarlo e portarlo con sé così da poterlo comunicare all'esercente nel momento in cui effettua un acquisto.

L'esercente potrà acquisire il codice anche tramite lettura ottica - a patto che il contribuente abbia con sé una copia fisica di tale codice - e abbinarlo così allo scontrino emesso, che dovrà poi essere inviato all'Agenzia delle Entrate. Ai fini della partecipazione alla lotteria è necessario che gli scontrini siano corredati del codice lotteria dei clienti: tutti gli altri saranno esclusi.

I vincitori delle varie estrazioni mensili ed annuali saranno avvisati attraverso lo stesso Portale della Lotteria.

Quanti biglietti della lotteria si possono ottenere?

Il numero dei ticket virtuali per la partecipazione alla lotteria degli scontrini deve essere ancora confermato, ma l'ultima bozza del decreto Lotteria Scontrini che risale alla scorsa primavera, fissava un ticket virtuale per ogni 10 centesimi di spesa, a patto che si spenda almeno 1 euro.

Questo vuol dire che con ogni euro di spesa si potrebbero ottenere 10 ticket virtuali. Se, ad esempio, si spendono 50 euro si potrebbe aver diritto a 500 ticket virtuali. Usiamo il condizionale perchè si tratta di una bozza e non è escluso che ci siano delle modifiche nel corso delle prossime settimane.

Premi agli esercenti e premi speciali per chi effettua pagamenti elettronici

A venir incentivati non saranno soltanto i consumatori. Anche gli esercenti che inoltreranno la documentazione all'Agenzia delle Entrate, certificando così le operazioni di cessione di beni o servizi, avranno diritto a dei premi. Gli esercenti che, al contrario, si rifiuteranno di accettare il codice lotteria dei clienti o che non trasmetteranno tutti i dati dall'Agenzia delle Entrate potranno essere puniti con sanzioni dai 100 ai 500 euro per ciascuno scontrino non trasmesso.

Non solo. Gli esercenti che rifiuteranno di accettare pagamenti elettronici saranno ulteriormente sanzionati. I clienti che pagheranno con bancomat o carte di credito, inoltre, saranno premiati con un numero maggiore di ticket virtuali per la partecipazione alla lotteria.

In questo modo, secondo il governo, i clienti saranno incentivati al pagamento elettronico, che di fatto aumenterà le probabilità di vittoria rispetto a chi effettua pagamenti con contanti.

Tutela dei dati personali dei clienti

L'Agenzia delle Entrate assicura che "i dati acquisiti saranno trattati nel rispetto della normativa in materia di riservatezza e protezione dei dati personali, secondo il principio di necessità, attraverso particolari sistemi di elaborazione come preventivamente concordato con il Garante della protezione dei dati personali".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO