Renzi: "Faccio un favore al governo, tasse sono autogol"

renzi governo

Matteo Renzi non ci sta e dopo la ridda di dichiarazioni susseguitesi nella giornata di oggi in merito alla sua intervista rilasciata a Il Messaggero: l’ex rottamatore ha così tenuto a fare delle puntualizzazioni tramite il proprio profilo Facebook. “Tantissime le dichiarazioni di chi commenta la mia intervista al Messaggero: mi fa piacere. Chi critica le idee altrui svolge un servizio prezioso. Grazie! Ribadisco in modo semplice - prosegue l’ex premier - . Abbiamo fatto un Governo di emergenza che può aiutare il Paese su molte cose a cominciare dalla riduzione degli interessi sul debito. E parliamo di decine di miliardi, non di spiccioli”.

Approfondendo il proprio pensiero sulla manovra finanziaria, Italia Viva ribadisce la propria soddisfazione per i risultati ottenuti, ma il lavoro da fare rimane ancora tanto. “Nel merito della legge di bilancio - insiste Renzi - siamo felici dei risultati ottenuti fino ad oggi. Ma non basta. Noi continueremo a batterci in Parlamento per migliorare ancora i provvedimenti su auto aziendali e microbalzelli che feriscono la competitività delle imprese. Le nostre proposte non sono slogan, ma hanno coperture: e se in Parlamento ci saranno i numeri diventeranno legge. Tutto qui. Chi elimina autogol come quello sulle auto aziendali non sta attaccando il Governo: sta facendo un favore al Governo. Invece - sottolinea - mantenere quelle microtasse dannose non significa fare un regalo al Governo, ma significa fare un regalo a Salvini”.

Renzi: "Populisti fanno slogan, noi proposte concrete"

Insomma, Renzi vuole continuare ad avere un ruolo attivo e fondamentale per l’azione dell’esecutivo. Non si limita infatti alla mera critica, ma è convinto di avere anche le soluzioni affinché la manovra non gravi sulle spalle degli italiani e non si facciano ulteriori favori ai partiti di centrodestra, che i sondaggi continuano a dare in crescita. “Non mi sono limitato a dire che vogliamo cancellare le tasse sulle auto aziendali: ho spiegato anche come farlo. Perché i populisti parlano con gli slogan, i politici fanno proposte concrete. I politici fanno interviste lanciando idee e proposte, i populisti le commentano avendo letto solo i titoli. Buon sabato a tutti - conclude - da una Firenze bellissima persino sotto il cielo grigio”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO