Salvini: "Savoini è una persona perbene"

Matteo Salvini insiste: "Savoini è una persona perbene". Questo è il pensiero ribadito dal leader della Lega oggi al cinema Metropolitan di Napoli, da dove ha lanciato la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali del 2020 e delle comunali napoletane del 2021, perché l'obiettivo dell'ex Ministro è quello di "liberare la Campania dai tre moschettieri sfigati Luigi Di Maio, Vincenzo De Luca e Luigi de Magistris".

In questa occasione un cronista l'ha interpellato sul Russiagate, invitandolo a chiarire la vicenda pubblicamente. Salvini ha ribadito nuovamente lo stesso concetto, dichiarandosi estraneo alla vicenda: "Non ho niente da chiarire, c'è un'inchiesta in corso. Non ho preso né chiesto soldi, quello che faccio lo faccio per il mio Paese. Ho già detto tutto quello che è di mia conoscenza, non ho preso soldi e ritengo che le sanzioni contro la Russia siano una follia per le imprese italiane".

Anche su Gianluca Savoini, Salvini non ha alcun dubbio: "Savoini lo conosco da tempo e lo reputo persona perbene, se così non fosse qualcuno mi dimostri il contrario". Non si capisce chi dovrebbe dimostrare cosa, visto che esiste già un audio nel quale si sente Savoini chiedere una maxi tangente da 65milioni di dollari a nome della Lega.

Salvini non ne sapeva nulla? Benissimo, è un'ottima notizia. Ma allora perché Salvini e la Lega non hanno sentito l'esigenza di querelare Savoini per aver speso il nome del partito in modo indebito?

Va bene sostenere che la Lega non c'entri nulla ma non si può contemporaneamente difendere Savoini, altrimenti qualcosa non torna.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO