Elezioni in Spagna: socialisti ancora senza maggioranza. Vola Vox

Con i populisti di Vox si è complimentata anche Giorgia Meloni.

Pedro Sanchez

Aggiornamento ore 22:15 - Cambia tutto, ma non cambia niente in Spagna. Il quarto voto in quattro anni non solo non dà ancora la maggioranza ai socialisti del Psoe, che si confermano comunque primo partito, ma vede la forza politica guidata dal Premier uscente Pedro Sánchez perdere alcuni seggi. Secondo gli exit poll, infatti, i socialisti passerebbero dai 123 seggi attuali a un numero inferiore, compreso tra 114 e 119.

Meno seggi anche per Unidas Podemos, che ne aveva 42 e scende a 30-34, mentre entra in parlamento Más País di Iñigo Errejón, nato proprio da una costola di Podemos. Quindi le sinistre, tute insieme, avrebbero tra i 147 e i 156 seggi, ma per la maggioranza assoluta ne servono 176. Potrebbero restare anche sotto il blocco delle destre, che potrebbero ottenere tra i 157 e i 166 seggi.

A destra Ciudadanos crolla da 57 a 14-15 deputati soltanto, mentre, al contrario, Vox, partito di ultradestra, vola da 24 a 56-59 seggi. Con loro si è già complimentata anche Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d'Italia. Il Partito Popolare di Pablo Casado salirebbe da 66 seggi a 85-90 seggi, ma non riuscirebbe a guidare il governo. L'unica possibilità sembra quella di creare una grande coalizione.

Spagna al voto per la quarta volta in quattro anni

Per la quarta volta in appena quattro anni, oggi 37 milioni di cittadini spagnoli sono chiamati alle urne per mettere fino allo stallo che si è creato dopo le elezioni dello scorso aprile che avevano visto il primo candidato, Pedro Sanchez del Partito Socialista Operaio Spagnolo, ottenere appena il 28,68% delle preferenze, seguito da Pablo Casado del Partito Popolare col 16,70%.

Non avendo ottenuto la maggioranza necessaria, Sánchez e il suo PSOE non sono riusciti a raggiungere un accordo con Podemos e Ciudadanos per formare un nuovo governo e l'unica soluzione possibile è stata il ritorno anticipato alle urne, appena dei mesi dopo l'ultima tornata elettorale.

Stesse formazioni di sei mesi fa, con la crisi catalana nel mezzo e l'incognita dell'estrema destra di Vox che secondo i sondaggi potrebbe raddoppiare le preferenze: dai 24 seggi ottenuti lo scorso aprile, Vox di Santiago Abascal potrebbe arrivare ad ottenere fino a 53 deputati su un totale di 350, con un peso piuttosto importante.

I seggi sono aperti dalle 9 alle 20 e i primi exit poll saranno diffusi alla chiusura dei seggi. I risultati definitivi dovrebbero arrivare già entro le 23.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO