Attentato contro italiani in Iraq: a un militare amputata una gamba. La solidarietà di Mattarella

Il punto della situazione sui militari italiani feriti in Iraq.

Attentato Iraq contro militari italiani

Nicola Lanza de Cristoforis, comandante interforze, intervistato da Rai News 24, ha fatto il punto della situazione dei militari italiani feriti in Iraq a causa di un attentato esplosivo su una strada per Kirkuk. Le sue dichiarazioni sono state confermate anche da fonti dello Stato Maggiore della Difesa:

- a un militare dell'Esercito è stata amputata la gamba sopra al ginocchio;
- a un militare della Marina è stata amputata una parte del piede;
- un altro militare ha riportato traumi interni con alcuni versamenti e qualche costola rotta e ora le sue condizioni sono stabili;
- un militare dell'Esercito ha subito traumi importanti, ma le sue condizioni non destano preoccupazione;
- un militare della Marina ha riportato diverse fratture e i medici stanno cercando di evitare amputazioni.

Tutti i militari colpiti sono ricoverati in un ospedale Role 3 e le loro famiglie sono state informate. Due dei feriti sono effettivi al IX reggimento Col Moschin dell'Esercito e tre appartengono al Gruppo operativo incursori Comsubin della Marina militare.

Intanto, in una nota il Quirinale fa sapere:

"Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, appresa la notizia del gravissimo attentato contro il contingente militare italiano in Iraq, ha fatto pervenire al Ministro della Difesa, on. Lorenzo Guerini, e al capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Enzo Vecciarelli, un messaggio di solidarietà per i militari rimasti feriti"

La Procura di Roma intanto ha aperto un fascicolo per attentato con finalità di terrorismo e lesioni gravissime gli accertamenti sono coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Caporale.

Il generale Marco Bartolini, ex comandante della Folgore e del contingente italiani in Afghanistan, nonché ex capo delle forze speciali italiane, ha spiegato che l'attentato di oggi è uno dei rischi che corre chi opera sul campo e ha aggiunto:

"I militari che operano sul campo sono persone preparate, che sanno quello che fanno e lo fanno con passione. Ma in quelle situazioni, e soprattutto contro gli Ied, non esiste una contromisura che garantisca la sicurezza assoluta"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO