Moody's: "La crescita in Italia rimane debole"

L'agenzia di rating Moody's ha diffuso oggi il Global Macro Outlook 2020-21 in cui si parla anche dell'Italia e della crescita che non riesce ad impennare.

Se su scala globale "non prevediamo che l’economia mondiale entrerà in una recessione nel 2020 o nel 2021", in Italia l'agenzia riferisce che si registra “un’economia stagnante dal secondo trimestre 2018”.

Moody's tiene conto della lievissima crescita e ne prevede altrettanta - "un magro +0,2% quest'anno, seguito da un tiepido +0,5% nel 2020 e dal +0,7% nel 2021" - ma sottolinea che affinché questo accada saranno necessari "un ambiente politico più stabile, il mantenimento della dinamica positiva nell'area dell'euro e un un mix di politiche monetarie e fiscali di sostegno".

L'agenzia statunitense ha preso nota del periodo di incertezza che è stato il breve governo composto da Lega e Movimento 5 Stelle e si dice critica nei confronti del Reddito di Cittadinanza: "Fiore all'occhiello del Movimento Cinque Stelle, contribuirà meno del previsto alla crescita dei consumi".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO