Zingaretti: "Pd resta il pilastro della risposta alla destra, approveremo Ius culturae e Ius soli"


Il segretario del Pd Nicola Zingaretti da Bologna, nell’ultimo dei tre giorni di convention del partito, ammette che la coabitazione di governo tra dem e 5 Stelle non attraversa il suo periodo migliore: "Stiamo vivendo una difficile esperienza di governo, ma ribadiamo la scelta di sperimentare le alleanze".

A chi nel partito si scaglia contro l'accordo storico con il M5S, Zingaretti replica dicendo che "non si governa tra avversari politici, ma solo se si condividono almeno i fondamenti di una prospettiva politica".

Secondo il segretario: "Chi combatte il Pd per rosicare consenso si scava la fossa. Il Pd resterà il pilastro della risposta alla destra" e proprio per questo si batterà "per rivedere il dl sicurezza, per approvare ius culturae e ius soli, per la parità salariale".

Lo ius soli, lo ricordiamo, è un modo di acquisizione della cittadinanza di un dato Paese per il solo fatto di esservi nati, al di là della cittadinanza dei genitori. Lo ius culturae, rilanciato da ultimo dalla ministra per la Famiglia, la renziana Bonetti, prevede l’acquisto della cittadinanza italiana al termine di un percorso certificato di istruzione, ma la proposta di legge è arenata in parlamento.

Anche perché in merito ci sono mugugni all’interno della stessa maggioranza, con il M5S che più del Pd teme di fare un regalo in termini elettorali al centrodestra a trazione leghista.

Nicola Zingaretti approveremo ius soli

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO