Qualità della vita 2019: Trento al primo posto, ultima Agrigento. Miglioramento generale in tutta Italia

qualità della vita 2019 prima trento

Sul gradino più alto del podio c’è Trento, reginetta d'italia per la qualità della vita nel 2019 secondo la ventunesima edizione della classifica annuale di Università La Sapienza di Roma e ItaliaOggi in collaborazione con Cattolica assicurazioni. Quest'anno la classifica ha preso in considerazione 107 province, calate dalle 110 del 2018: quelle sarde sono passate nel frattempo da 8 a 5.

Secondo la graduatoria, la provincia autonoma di Trento rappresenta il top in Italia per gli affari e il lavoro, per l'ambiente, l’istruzione, la formazione, il tempo libero e il turismo.

Migliorano le grandi città tranne Napoli

I dati confermano, in base ai parametri presi in esame, che al Nord la qualità della vita è decisamente migliore rispetto al Centro e ancor di più rispetto al Sud. Se è vero che nelle piccole città si vive meglio, miglioramenti si riscontrano anche in quelle grandi: la capitale Roma risale dall'85° al 76° posto, Milano passa dal 55° al 29° posto, Torino dal 78° al 49° posto e Bologna da 43esima che era nel 2018 risale al 13° posto.

Tra le grandi città non migliora Napoli che passa dal 108° al 104° posto con la provincia partenopea che rimane la terzultima in classifica, preceduta solo da Crotone e Agrigento.

Ultima Agrigento

Ultima in classifica è quindi Agrigento che risulta carente quasi sotto tutti i profili analizzati, a eccezione della dimensione demografica. Secondo il rapporto comunque in generale la qualità della vita in Italia nel 2019 è migliorata nel suo complesso, nonostante un quadro economico non proprio roseo.

Sono infatti 65 (su 107) le province italiane in cui la qualità di vita è buona o accettabile, dato che è il più alto dell’ultimo lustro. Nel 2015 le province in cui si viveva bene erano 53 su 110, nel 2016-2017 56 su 110, nel 2018 invece 59 su 110.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO