Honk Kong, studenti asserragliati nel Politecnico, polizia chiede la resa | Pechino: non sottovalutateci (VIDEO)

AGGIORNAMENTO 12.45 - Mentre la polizia lancia un appello per la resa degli studenti, blindati nel campus PolyU, il governo cinese, tramite il Quotidiano del Popolo, organo ufficiale del partito unico, fa sapere che non scenderà a compromessi nella "lotta" contro i manifestanti anti-governativi.

Nessuno deve "sottovalutare la determinazione della Cina nella difesa della sua sovranità e della stabilità di Hong Kong" spiega il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino.

Honk Kong: scontri al Politecnico all'alba. Ieri 38 feriti e decine di arresti

Hong Kong sempre più nel caos. Gli studenti sono asserragliati da giorni nel politecnico e la polizia ha fatto uso di lacrimogeni per impedire agli attivisti di uscire dall'edificio.

Nuovi scontri si registrano dall’alba di oggi, dopo che l'evacuazione pacifica del campus è saltata al termine di una nottata di disordini e arresti, con i manifestanti pro democrazia che hanno difeso le loro posizioni appiccando roghi sulle barricate e tirando frecce contro gli agenti.

Un primo bilancio degli scontri di ieri, secondo la Hospital Authority, parla di 38 feriti (tra cui un 84enne) di cui 5 in gravi condizioni. Quando i dissidenti del governo filo cinese hanno tentato di uscire dal politecnico sono stati fermati con i lacrimogeni dai poliziotti, per non farli sfuggire agli arresti.

A quel punto alcuni manifestanti hanno fatto marcia indietro tonando nel campus, altri, riuscendo comunque a dileguarsi, si sono riversati verso il centro unendosi all’altro fronte della protesta.

I manifestanti, vestiti di nero e con il volto mascherato, hanno infatti nuovamente bloccato Nathan Road facendo chiudere le saracinesche ai negozi sulla Park Lane e dintorni, incuranti dell’ordine di sgombero da parte della polizia.

Tutto questo mentre Pechino avverte che se la situazione degenererà ulteriormente non resterà a guardare. Intanto l’Alta Corte di Hong Kong, su ricorso di un gruppo di parlamentari pan democratici, ha bollato come incostituzionale il divieto dell'uso delle maschere durante le proteste, divieto introdotto dalla governatrice Carrie Lam in base alla legislazione di emergenza.

Secondo l’emittente Rthk l’utilizzo di maschere da parte della polizia è stato giudicato incompatibile con la Basic Law dell’ex colonia inglese.

scontri hong kong politecnico

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO