Ex Ilva, blitz della Gdf negli uffici ArcelorMittal di Taranto e Milano

incidenti sul lavoro 2018

Doppio blitz della Guardia di Finanza nei confronti di ArcelorMittal. Sono attualmente in corso controlli contabili e commerciali sia nella sede di Taranto che in quella di Milano. Gli interventi della Gdf sono stati disposti dalla Procura di Taranto e da quella di Milano, che stanno indagando parallelamente in ragione dell'esposto presentato dai commissari straordinari con il quale sono stati segnalati “fatti e comportamenti, inerenti al rapporto contrattuale con Arcelor Mittal, lesivi dell’economia nazionale”.

Nella sede di Taranto i finanzieri stanno acquisendo documentazione sull'attività della multinazionale; tutto quello che ha attinenza con ordini, movimenti di merci, manutenzione degli impianti etc. L'inchiesta aperta dopo l'esposto dei commissari straordinari ha l'obiettivo di far luce sulla condotta di ArcelorMittal per le ipotesi di reato di distruzione di mezzi di produzione e di appropriazione indebita.

La Procura di Milano sta invece indagando sull'ipotesi di reato di false comunicazioni sociali al mercato (aggiotaggio informativo) e per quello di distrazione di beni del fallimento. La prima ipotesi è legata ad alcuni comunicati stampa diffusi dalla multinazionale che hanno avuto effetti sul mercato indiano (e non solo), dove l'azienda franco-indiana è quotata in borsa.

Per quanto riguarda il reato di distrazione di beni del fallimento, i magistrati stanno cercando di accertare se dirigenti e manager di ArcelorMittal abbiano sottratto beni e risorse dell'Ilva dopo aver iniziato a gestire lo stabilimento in ragione del contratto d'affitto che adesso hanno chiesto di recedere.

Entrambe le inchieste sono state aperte, almeno al momento, contro ignoti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO