M5S, domani voto su Rousseau per decidere se correre in Emilia e Calabria

Il M5S continua a leccarsi le ferite e non sa da che parte girare la testa. Dopo l'esperimento fallimentare nelle regionali dell'Umbria, dove ha corso in coalizione con il centrosinistra raccogliendo appena il 7,41% dei voti, il Movimento 5 Stelle si sta interrogando su cosa fare in viste delle elezioni del prossimo 26 gennaio in Emilia Romagna e Calabria.

Di Maio ha già escluso a priori l'ipotesi di ripetere l'esperimento umbro - anche quello approvato da Rousseau - ma pure correre da soli rischia di diventare un pericoloso boomerang qualora dovesse arrivare la conferma di un tracollo del consenso. Per questo motivo, poco coraggiosamente, il Movimento ha deciso di lanciare una votazione su Rousseau per far decidere alla "base" se presentarsi o meno nelle due regionali.

Il voto avverrà domani, 21 novembre, dalle ore 12 alle 20.

Questo il post che ha lanciato la consultazione online:

"Abbiamo deciso di sottoporre agli iscritti la decisione riguardante la partecipazione alle imminenti elezioni regionali in Emilia - Romagna e in Calabria. A noi la scelta. Le votazioni si apriranno alle 12 di domani e si chiuderanno alle 20".

"Partecipare alle elezioni richiede uno sforzo organizzativo, anche nazionale, e di concentrazione altissimo. Ciascuno di noi deve interrogarsi, con la massima responsabilità, sul contributo che sente di dare nei prossimi mesi, su dove sente più giusto che i suoi portavoce dirigano il proprio impegno. Deve chiedersi se pensa se siamo capaci, tutti insieme, in un grande lavoro di rete di condivisione e divisione degli incarichi, di essere utilmente presenti su diversi fronti. Qualsiasi cosa sceglieremo, la affronteremo come sempre con tutta la dedizione di cui siamo capaci".

"Tutto quello che possiamo immaginare possiamo farlo e abbiamo il dovere e il diritto di immaginare un'Italia radicalmente diversa. Non è una sfida facile. È misurarci con una visione dell'Italia da qui ai prossimi 20 anni. Ci troviamo di fronte alla sfida più difficile che abbiamo mai affrontato. Per questo abbiamo bisogno del sostegno e del supporto di tutti, oggi più che mai", si legge nel post del Blog delle Stelle.

"Oggi abbiamo bisogno di nuove parole guerriere, di nuovi obbiettivi, di progetti da realizzare. Va tracciata la nuova traiettoria da seguire e va messa alla prova la nuova organizzazione del MoVimento 5 Stelle".

"Da tempo stiamo lavorando alla creazione del team del futuro e tra meno di un mese ci saranno 12 facilitatori per altrettante aree tematiche e 6 facilitatori per la parte organizzativa. A loro sarà affidato il compito di raccogliere idee e progetti tra tutti gli iscritti e i cittadini di buona volontà e realizzare una sintesi perché il MoVimento 5 Stelle possa realizzarli. Per tre mesi il team del futuro si dedicherà alla raccolta e alla valutazione di questi progetti che saranno presentati, discussi ed elaborati a marzo a un grande evento nazionale: gli Stati Generali del MoVimento. Sarà il tempo e il luogo in cui il Movimento rinascerà, anche battezzando in quella sede una nuova Carta dei Valori".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO