Fiorenzuola, prof minaccia le Sardine: "Se andate in piazza, a scuola vi renderò la vita un inferno". Poi si scusa

prof fiorenzuola minaccia le sardine rischia sospensione

Aggiornamento - Il docente Giancarlo Talamini Bisi ha scritto una mail ai giornali per scusarsi della sua infelice uscita contro gli alunni che sostengono le Sardine:

"Buonasera, sono Giancarlo Talamini, il docente che ha pubblicato su Facebook, le esternazioni, attualmente circolanti in rete ne approfitto per scusarmi pubblicamente con tutti gli studenti, genitori, colleghi e dirigenti che non era certo nelle mie intenzioni mettere in difficoltà attraverso il mio scritto. Chi mi ha conosciuto sa che non sarei mai e poi mai in grado di compiere azioni del genere"

Eppure prima che il ministero dell'Istruzione ne disponesse la sospensione, si definiva apertamente razzista e se ne vantava. A quanto pare è anche codardo.

Il Prof minaccia le Sardine e viene sospeso

Il prof che ha minacciato le "Sardine" sarà sospeso. Il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti prende posizione nei confronti di Giancarlo Talamini Bisi, l'insegnante di Fiorenzuola (Piacenza) che in occasione del flash mob organizzato per domani dal Movimento delle Sardine in città, dove è atteso Matteo Salvini, ha avvertito i suoi studenti di non andare in piazza se non vogliono che a scuola la loro vita diventi "un inferno".

Fioramonti in un post su Facebook ha spiegato che: "A tutela dei diritti degli studenti e della stessa scuola ho attivato gli uffici del MIUR per verificare i fatti e procedere con provvedimento immediato alla sospensione".

Secondo il ministro: "Educare al rispetto dei principi della Costituzione è uno dei fondamenti dell’istituzione scolastica, tra questi vi sono certamente il diritto a manifestare liberamente il proprio pensiero ed a partecipare alla vita pubblica secondo i modi garantiti dalla Costituzione stessa".

Il post del professore

Ecco perché un comportamento come quello tenuto dal docente di Fiorenzuola, che insegna italiano e latino, è inammissibile per Fioramonti. Ma cosa aveva scritto in dettaglio il professore? Ecco il suo post sulla manifestazione organizzata dalle Sardine: "Io sarò presente. Cari studenti, se becco qualcuno di voi da martedì cambiate aria, nelle mie materie renderò la vostra vita un inferno, vedrete il 6 col binocolo e passerete la prossima estate sui libri. Di idioti in classe non ne voglio...".

L'Associazione nazionale presidi, appresa la notizia, ha commentato: "Grave, se fosse vero. I ragazzi devono maturare liberamente le loro scelte politiche".

Il profilo Facebook del prof, da qualche ora non più raggiungibile, non lascia spazio ad equivoci in merito alle sue simpatie politiche, visto lo slogan salviniano in bella evidenza: "Liberiamo l’Emilia-Romagna", come riferisce il Corriere della Sera.

Probabilmente l’infelice uscita del professore aiuterà le Sardine a riempire ancora di più la piazza della manifestazione. Con buona pace sua e di Salvini.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO