Michael Bloomberg corre per la nomination democratica: "Per sconfiggere Trump e ricostruire l'America"


Michael Bloomberg, il miliardario ex sindaco di New York, lancia il guanto di sfida a Donald Trump annunciando ufficialmente di candidarsi alle primarie per la nomination democratica in vista delle elezioni presidenziali americane del 2020: "Correrò per sconfiggere Donald Trump e ricostruire l’America".

Bloomberg, che oggi ha 77 anni, ha ufficializzato la sua candidatura alle primarie dem dal sito internet allestito per la sua campagna elettorale: "Non possiamo permetterci altri quattro anni di azioni sconsiderate e non etiche del presidente Trump" ha detto il magnate dell'informazione secondo cui l’attuale inquilino della Casa Bianca "rappresenta una minaccia esistenziale" per gli Stati Uniti.

L’ex sindaco della Grande Mela (dal 2002 al 2013, eletto con i Repubblicani poi abbandonati nel 2008) è convinto che l’America non possa permettersi "altri quattro anni di azioni sconsiderate e non etiche del presidente Trump".

La candidatura era ormai cosa certa dopo che ieri si era diffusa la notizia che Bloomberg, l'ottavo uomo più ricco del mondo secondo Forbes, ha investito cinque milioni di dollari in spot tv di propaganda politica, specialmente negli Stati considerati dai Democratici più a rischio per le primarie: Texas, California, Florida, Michigan, Pennsylvania e Mississippi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO