Gualtieri: "Riforma Mes attenta stabilità dell'Italia? Comico"

mes ministro gualtieri

Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia, ha parlato in audizione alle commissioni riunite Finanze e politiche Ue a Palazzo Madama. Il titolare del Mef non ha usato mezzi termini definendo “comica” la versione secondo la quale la modifica alle linee di credito precauzionali introdotta dalla riforma del Mes, il Meccanismo europeo di stabilità, "rappresenti una terribile innovazione che definisce due categorie di Paesi, o attenti alla stabilità finanziaria dell'Italia".

Rispondendo alle critiche dell’opposizione, che si è detta in questi giorni particolarmente preoccupata dalla riforma del Mes, Gualtieri sostiene che le criticità sollevate siano "del tutto infondate e basate su informazioni non precise e non corrette". Il refrain è quello secondo cui si aiuterebbero ancora una volta le banche e in primis quelle tedesche, ma il ministro dell’Economia sottolinea che il 'backstop', ovvero la disponibilità del Mes ad essere utilizzato dal fondo per le risoluzioni bancarie, in realtà "raddoppi" i fondi disponibili per salvare le banche e di conseguenza rappresenti "un successo per l'Italia".

Gualtieri: "Mes non può occuparsi di politiche economiche"

Insomma, nessun favore alla Germania da parte dell’Italia, perché "il Meccanismo europeo di stabilità non può occuparsi di politiche economiche" e il tentativo del ministro delle Finanze tedesco di trasformare il Mes in una sorta di ministro delle Finanze Europeo è stato escluso dalla riforma del trattato, insiste Gualtieri. Insomma, il paventato svuotamento di potere della Commissione UE (organo politico) a favore di un Mes (organo tecnico) non esisterebbe.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO