Salvini: "Conte mi ricorda il Marchese del Grillo. Sia più umile. Io non ho mai avuto l'immunità parlamentare"

Secondo il leader della Lega il caso Diciotti non fa testo...

Matteo Salvini accordo di malta fregatura

Matteo Salvini torna all'attacco anche oggi contro il Premier Giuseppe Conte e il principale teatro di battaglia è ancora quello del Mes. Ieri sera il segretario leghista aveva detto:

"Leggo che Conte mi vuole querelare: allora preda il bigliettino e si metta in fila, dopo Carola e la Cucchi. Lui però mi ricorda una celebre frase del Marchese del Grillo, 'io so io e voi non siete un cazzo'. Sia più umile che poi l'arroganza porta male"

Poi stamattina è tornato sull'argomento rispondendo a Conte che lo invita a rinunciare all'immunità parlamentare e sostenendo di non averla mai avuta:

"Io non ho mai avuto l'immunità parlamentare. O Conte è confuso o è ignorante. Perché il caso Diciotti di cui parla è una scelta politica, mia e di tutto il governo a difesa dei confini. Il mio problema non è la querela, ma il fatto che Conte su Ilva non sa cosa fare, su Alitalia non sa cosa fare, sui trattati europei e sulla manovra non sa cosa fare. Da lui come premier ci aspettiamo soluzioni non querele"

Poi Salvini ha spiegato il suo punto di vista:

"Se Conte ha firmato senza comunicarlo al Parlamento e al popolo ne pagherà le conseguenze. Sul Mes grazie alla Lega gli italiani ora sanno, adesso Conte dovrà spiegare non a Salvini - e se vorrà querelarmi ora lo aspetto - ma agli italiani. Gli italiani sanno che c'è un trattato in ballo che mette a rischio i loro risparmi e il loro lavoro per salvare le banche tedesche. Siamo determinati a chiedere un incontro al presidente della Repubblica, se qualcuno manca di parola al popolo italiano o chiede scusa o ne paga le conseguenze"

Sulla possibilità di un ritorno di fiamma con il M5S, Salvini ha detto che "indietro non si torna" e ha aggiunto:

"Di Maio e Grillo hanno scelto il Pd, Renzi, Boschi, i poteri forti e il passato, li lascio in questa compagnia senza rimpianto. Quello che fanno adesso Di Maio, Grillo e Di Battista mi interessa poco"

Salvini ha risposto anche a Silvio Berlusconi, che ha detto che Forza Italia è grande del centrodestra italiano nel Ppe. Il leader della Lega ha detto:

"Berlusconi lo ringrazio per la premura, ma non abbiamo bisogno di garanti, noi rappresentiamo un terzo del popolo italiano. Ci garantiamo da soli, l'Europa dalla Lega non ha nulla da temere"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO