Bolsonaro: "Leonardo DiCaprio ha finanziato gli incendi dell'Amazzonia"

L'ultimo delirio del Presidente brasiliano.

Il Presidente del Brasile Jair Bolsonaro continua la sua crociata contro le Ong che lavorano a tutela dell'ambiente e di conseguenza anche di quella Amazzonia che, secondo lui, non è patrimonio dell'umanità. Come aveva già fatto suo figlio Eduardo, che ha detto che l'attore Leonardo DiCaprio ha finanziato una Ong che "ha dato fuoco all'Amazzonia", ora anche il Capo dello Stato in persona si è lasciato andare a invettive contro l'attore che è da sempre impegnato nella tutela dell'ambiente.

Bolsonaro ha detto:

"Questo Leonardo DiCaprio è un fico, vero? Dando il denaro per incendiare l’Amazzonia"

Poi, riferendosi al Presidente francese Emmanuel Macron ha aggiunto:

"Ora stiamo aspettando che il leader di quel grande Paese europeo ci dica qualche cosa su DiCaprio e su questa Ong"

E ha continuato:

"Che cosa fanno le Ong? Qual è la cosa più facile? Incendiare la foresta. Scattano foto, girano video, una campagna contro il Brasile, si mettono in contatto con Leonardo DiCaprio e lui dà il denaro"

Ad agosto DiCaprio ha annunciato che la sua fondazione Earth Alliance ha donato cinque milioni di dollari alle Ong brasiliane impegnate e difendere l'Amazzonia. L'accusa di Bolsonaro è che i volontari delle Ong appicchino di proposito gli incendi per avere più soldi. Per questo motivo sono stati arrestati martedì scorso quattro volontari dell'associazione Progetto Salute e Allegria, con l'accusa di aver appiccato un incendio ad Alter do Chao, nello Stato del Parà, lo scorso settembre.

La polizia ha detto che l'Ong ha venduto 40 immagini al WWF per un valore di circa 15mila euro e che il WWF ha ottenuto delle donazioni per loro e tra queste donazioni ce ne era anche una di Leonardo DiCaprio di 500mila dollari. Il WWF però ha negato di aver ricevuto donazioni da DiCaprio.

In realtà, i volontari sono stati subito liberati perché un giudice del Parà ha sostenuto che la loro detenzione non è necessaria. La polizia ha analizzato i documenti e i computer sequestrati nella sede della Ong a Santarem. Il governatore del Parà ha sostituito il responsabile dell'inchiesta e la Procura ha chiarito che nell'indagine sugli incendi sono coinvolti speculatori immobiliari e imprenditori che occupano illegalmente terreni pubblici, che nulla hanno a che fare con i volontari della Ong che, invece, lottano da sempre contro la deforestazione in Amazzonia.

Bolsonaro contro Leonardo DiCaprio su Amazzonia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO