Mes, vertice a Palazzo Chigi senza Italia Viva. Renzi: "Governo stile Beautiful"

Questa sera si è tenuto un nuovo vertice a Palazzo Chigi per discutere sul Meccanismo Europeo di Stabilità, meglio noto come Fondo Salva Stati. A questo incontro hanno partecipato Giuseppe Conte, il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, quello dell'economia Gualtieri e i ministri Speranza, Amendola, Franceschini e Patuanelli, oltre al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro.

Assente, dunque, la componente di Italia Viva che ha ritenuto di non partecipare alla discussione perché "non chiede modifiche al Mes". A spiegare le ragioni dei renziani ci ha pensato lo stesso Renzi oggi in tv da Giletti, da dove ha spruzzato la consueta dose di veleno sul Governo da lui stesso sostenuto: "Rosato ha spiegato al presidente del Consiglio che sul nuovo litigio della settimana, sul Mes, noi non abbiamo nulla su cui litigare, noi siamo stranamente pacificatori. Se la vedessero tra di loro. Di vertici ogni tre giorni gli italiani son stufi, non interessano a nessuno, non è che siamo a seguire una puntata di Beautiful o di una telenovela...".

E ancora: "L'abbiamo lasciati soli, quando fanno pace ci fanno un colpo di telefono. Per una volta che non siamo noi quelli che litigano.... Questo caso del Mes è comunque fortemente sopravvalutato. Questo accordo, il Mes, a differenza di altri che penalizzavano l'Italia in passato, come il Fiscal Compact, non fa danno all'Italia, ma sicuramente aiuta le banche più in difficoltà, quelle tedesche. I tedeschi se la sono costruita bene. Il Mes dovrebbe stare dentro un pacchetto, che non comprenda solo il Mes, ma anche stesse regole per tutti per la fiscalità e uguali diritti per tutte le aziende europee".

Renzi ha parlato anche della riforma della prescrizione, destinata ad entrare in vigore a partire dal primo gennaio a meno di modifiche. Renzi, sempre più in sintonia con un centrodestra dal volto berlusconiano, ha definito la riforma "un altro pezzo di populismo" perché "in Italia ci sono tre gradi di giudizio, hai diritto ad essere processato. Con la prescrizione 'mai' non è civile, tu hai diritto ad essere condannato alla fine dei tre gradi di giudizio".

E ancora: "questa legge è stata fatta dal precedente governo, oggi ci si può mettere una toppa, ma è una toppa da mettere il giorno dopo. Ora c'è una pdl fatta dall'esponente di Fi Costa", che mira cancellare la riforma, "che io condivido pienamente. Bonafede si è impegnato a trovare soluzione però anche lì... bisogna abituarsi ad essere seri...".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO