Alitalia, nuovo prestito ponte di 400 milioni per 6 mesi. In 40 anni spesi 10 miliardi di soldi pubblici


Ancora un prestito ponte per Alitalia, ancora soldi pubblici per tenere in vita l’ex compagnia di bandiera. Sono 400 i milioni messi sul piatto dal governo per far andare avanti Alitalia altri sei mesi, cercando nel frattempo di renderla appetibile sul mercato.

Il Consiglio dei ministri, con decreto legge, ha assicurato la continuità operativa della compagnia. Si cerca un nuovo acquirente dopo che Atlantia si è tirata indietro dalla cordata con Ferrovie, Delta Airlines e Ministero dell’economia.

Ad oggi resta solo l’interesse di Lufthansa, i tedeschi sono pronti a stringere un'alleanza commerciale con Alitalia a patto che la compagnia ristrutturi con 5.500 esuberi e la flotta ridotta di un terzo. Nei giorni scorsi sarebbero ripresi i contatti tra il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e il Ceo di Lufthansa.

Nel dl approvato dal Cdm ieri si parla di un piano di "riorganizzazione ed efficientamento" funzionale alla definizione, entro fine maggio 2020, del "trasferimento dei complessi aziendali" a una nuova gestione. A gestire il tutto i commissari che si occuperanno dell'amministrazione straordinaria.

Alitalia perde qualcosa come un milione di euro al giorno ma continuerà a volare in amministrazione straordinaria, stato in cui si trova dall'aprile del 2017. Negli ultimi 40 anni sono stati spesi in totale circa 10 miliardi di euro per salvare dal fallimento Alitalia.

Sullo sfondo, l'indagine della commissione Ue sul precedente prestito ponte da 900 milioni concesso dal governo alla compagnia, soldi di cui al 31 ottobre 2019 sono rimasti nelle casse di Alitalia solo 315 milioni.

Ue: gli aiuti di Stato vanno notificati

Alla notizia del nuovo prestito ponte ad Alitalia, la Commissione europea ha ricordato al governo che gli aiuti di Stato vanno notificati a Bruxelles e che i paesi membri "devono astenersi" dal mettere in atto queste misure "fino a quando la Commissione non abbia deciso definitivamente su esistenza e compatibilità degli aiuti. Se una misura viene concessa senza notifica, la Commissione potrebbe avviare un'indagine formale se avesse seri dubbi sulla compatibilità della misura con il mercato interno".

alitalia prestito ponte

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO