Mes, Centeno (Eurogruppo): "Nessuna ragione per cambiare o rinviare". Lega avvia raccolta firme


Il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno entra nel dibattito in corso in Italia sulla riforma del Mes, il Meccanismo europeo di stabilità (European Stability Mechanism). A essere finito nel ciclone è il cosiddetto fondo salva Stati che secondo la Lega di Matteo Salvini non è emendabile ma è solo da rigettare perché mette in definitiva in pericolo i risparmi degli italiani. Il M5s invece preme per il rinvio della riforma, creando tensioni nella maggioranza.

Il leader del Carroccio nella sua battaglia contro il Mes ha fatto leva nei giorni scorsi sulle parole di allarme lanciate dal governatore di Bankitalia Ignazio Visco, a proposito della novità del fondo di rischio sui titoli di Stato.

"Non vediamo ragione per cambiare il testo" del Mes, dice Centeno. Il presidente dell’Eurogruppo, che riunisce i 19 ministri delle Finanze dell’area euro, ha aggiunto che la firma del nuovo Trattato è confermata per l'inizio del 2020 e che nessun rinvio è contemplato. Ai giornalisti che gli chiedevano lumi in merito, Centeno ha replicato seccamente: "Non vediamo la necessità che questo accada, stiamo affrontando questioni tecniche ora, l'accordo politico è stato raggiunto".

Intanto la Lega passa all’azione lanciando una raccolta firme con l'iniziativa "Stop Mes! Fermiamo l'ammazza-Stati", sia allestendo i gazebo "in mille piazze italiane", sia online, sul sito ufficiale del partito.

La raccolta firme in piazza si terrà sabato 7 e domenica 8 dicembre mentre dalla serata di venerdì si potrà aderire anche online alla petizione.

mario centeno non rinvio mes

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO