Santori in piazza con Bonaccini: "Ma è una scelta personale, le Sardine non c'entrano"

Il fondatore del movimento delle Sardine torna in Piazza Maggiore con Stefano Bonaccini e spiega perché.

Mattia Santori

Stefano Bonaccini, candidato del centrosinistra alle elezioni regionali in Emilia Romagna di gennaio nonché Presidente della Regione in carica, lancia ufficialmente la sua campagna elettorale in Piazza Maggiore a Bologna e, come già si era capito dai manifesti, non vuole simboli di partito a lui associati. Eletto con il PD e in ogni caso sostenuto dai dem, Bonaccini non vuole che la sua appartenenza politica venga troppo sbandierata questa volta, da una parte per paura di avere la stessa sorte degli altri candidati dem alle precedenti regionali, dall'altra perché, forse, si rispecchia meno in questo PD alleato del M5S.

Dalla sua parte, però, potrebbe avere un endorsement speciale. Anche se fino a poche settimane era un "Signor Nessuno", oggi Mattia Santori è una delle personalità che stanno attirando più attenzione in politica. Parliamo del fondatore del movimento delle Sardine, nato proprio in Piazza Maggiore e capace di richiamare oltre 14mila persone per manifestare contro la politica di oggi rappresentata soprattutto da Matteo Salvini e dalla sua comunicazione fatta di slogan e di "bestie" social.

Ebbene Santori ha confermato che sarà in Piazza Maggiore ad ascoltare cosa Bonaccini proporrà e non ha nascosto di sentirsi più vicino al Presidente in carica che alla sfidante della Lega Lucia Borgonzoni. Tuttavia, in una intervista a La Stampa, ci ha tenuto a precisare che sarà in Piazza solo a titolo personale e non in quanto rappresentante delle Sardine. Infatti ha spiegato:

"Ci sarò come Mattia, non come Sardine. Vado lì perché voglio vedere cosa propone il centrosinistra per la mia regione. È una scelta personale"

E sul fatto che Bonaccini sia preferibile a Borgonzoni ha detto:

"Perché parla di fatti e viene da cinque anni di buona amministrazione. Dall’altra parte ci sono solo slogan"

A Santori è stato chiesto se c'è una vicinanza tra le Sardine e il MoVimento 5 Stelle, ma lui ha risposto:

"Con il M5s non c’entriamo nulla. Loro avevano un obiettivo chiaro e una struttura per realizzarlo. Noi viviamo alla giornata"

E quando gli è stato chiesto se ha intenzione di scendere in politica, ha detto che non vorrebbe fare una carriera politica, ma ha aggiunto "se proprio non indispensabile, mai dire mai" e lasciando dunque aperta la possibilità a una sua candidatura prima o poi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO