Caro Regeni, Fico: "L'Italia non si fermerà mai"

L'Italia non si arrenderà fino a quando non emergerà la verità sulla morte di Giulio Regeni. A fare questa promessa è stato il Presidente della Camera, Roberto Fico, da sempre molto attento alla vicenda. Fico, ospite stasera a 'Che Tempo che fa', ha raccontato cosa ha detto al presidente egiziano: "Ad Al Sisi ho detto che noi non vogliamo parlare nient'altro come Italia. Sappiamo che alcuni alti ufficiali egiziani hanno pedinato Giulio e stiamo credendo un processo che sia giusto. Al Sisi deve comprendere che l'Italia non si fermerà mai. Chi pensava in Egitto che questo Paese si fosse dimenticato di Giulio Regeni si sbagliava, oggi abbiamo anche una commissione d'inchiesta parlamentare, a cui auguro buon lavoro".

Fico ha poi parlato anche del caso della Strage di Piazza Fontana, avvenuta a Milano il 12 dicembre 1969. Morirono 17 persone ed altre 88 rimasero ferite a causa dell'esplosione di un ordigno piazzato all'interno della sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura.

La Cassazione nel 2005 ha stabilito che la strage fu organizzata da una cellula eversiva, guidata da Franco Freda e Giovanni Ventura, dei neofascisti di Ordine Nuovo. I due però non erano più processabili, in quanto già assolti in precedenza per gli stessi fatti. Gli esecutori materiali della strage, invece, non sono mai stati individuati.

Fico ha annunciato che alla fine di questa legislatura alla Camera - che ha indagato su quei fatti con una commissione d'inchiesta - non ci sarà più un solo atto secretato sulla strage: "Lo stato deve fare verità su se stesso. Perchè uno stato che non lo fa, non può rappresentare i cittadini italiani. Noi dobbiamo cercare di fare ogni passo possibile affinché ci sia verità e vicinanza vera ai familiari delle vittime".

E ancora: "Ci sono le condizioni per arrivare a delle verità. Tutti gli atti che possono essere desecretati li stiamo desecretando ma non solo: oggi abbiamo messo a sistema migliaia e migliaia di documenti in un portale, inchieste.camera.it. Ma non c'è solo la Camera, c'è anche il Senato. E, infatti, ho iniziato un'interlocuzione molto fitta con la presidente del Senato e sono contento del fatto che viaggiamo sulla stessa onda. Per tutto quello che mi compete la Camera al termine della legislatura non dovrà avere alcun atto secretato".

Infine Fico si è lanciato anche in un pronostico sulla durata di questa legislatura: "Io credo che questa maggioranza andrà avanti, credo che la legislatura abbia il dovere di durare per gli anni che rimangono perché penso che il voto sempre, costantemente, per ogni cosa che succede, fa male al Paese".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO