Milano, 600 sindaci "scortano" la senatrice Segre: il corteo intona Bella Ciao (VIDEO)


600 sindaci sono stati la "scorta" di Liliana Segre oggi a Milano dove si è tenuta la marcia di solidarietà a sostegno della senatrice a vita, finita di recente sotto scorta perché bersagliata da minacce di carattere antisemita sui social.

I primi cittadini, arrivati da tutta Italia, e accolti dal sindaco di Milano Beppe Sala, erano in fascia tricolore. Assenti i simboli di partito. Tra i presenti, il sindaco della Capitale Virginia Raggi, quello di Torino Chiara Appendino e quello di Napoli Luigi De Magistris ma c’erano anche tanti sindaci di centrodestra.

La manifestazione è stata organizzata dal Comune di Milano, da Anci e Unione delle Province al grido di: "L'odio non ha futuro". Il vicepresidente Anci Matteo Ricci, che ha promosso l'iniziativa con Sala ha detto rivolgendosi alla senatrice: "Da oggi saremo noi la sua scorta".

Gli ha fatto eco il sindaco di Milano: "Mandiamo un messaggio ai fomentatori di odio: avete visto la mobilitazione di sindaci e cittadini e siamo pronti a tornare in piazza se questo clima di odio non cambierà". La marcia ha attraversato la Galleria Vittorio Emanuele intonando Bella Ciao mentre la folla ai lati della Galleria applaudiva la senatrice.

Liliana Segre alla fine della marcia ha preso la parola: "C'è una grande musica in questa piazza, il tempio della musica oggi è all'aperto. Siamo qui per parlare di amore e non di odio. Lasciamo l'odio agli anonimi della tastiera".

La senatrice a vita, sopravvissuta ad Auschwitz, ha proseguito ringraziando i sindaci e ricordando il loro importante ruolo: "Il vostro impegno può essere decisivo per la trasmissione delle memoria. Stasera non c'è indifferenza, ma c'è un'atmosfera di festa, cancelliamo tutti le parole odio e indifferenza e abbracciamoci in un catena umana che trovi empatia e amore nel profondo del nostro essere".

Infine il messaggio rivolto ai giovani, futuri guardiani della memoria: "Da quando ho trovato la forza di raccontare, guardo gli occhi dei giovani che mi ascoltano e spero molto in loro, future candele della memoria. Oggi guardo questi figli con la fascia tricolore che sono venuti qui per gridare: basta odio parliamo d’amore".

senatrice-segre-marcia-milano.jpg

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO