Marta Cartabia è la prima donna presidente della Corte Costituzionale

marta cartabia corte costituzuionale

Marta Cartabia è la nuova presidente della Corte Costituzionale: è la prima donna a ricoprire la più alta carica della Consulta, anche se rimarrà in carica solo 9 mesi. La 56enne giurista cattolica è originaria della provincia di Milano, è sposata, ha tre figli ed una fama di livello internazionale. Docente di Diritto Costituzionale dal 2008 all’Università Bicocca di Milano, ha insegnato e svolto attività di ricerca in diversi atenei italiani e all’estero, anche negli USA. In qualità di esperto ha fatto anche parte di organismi come l'Agenzia dei diritti fondamentali della Ue di Vienna.

Eletta presidente della Consulta all’unanimità (14 voti più una scheda bianca, la sua), la scorsa estate Marta Cartabia era stata in lizza anche per il ruolo di premier per un governo di transizione, se non fosse nato l’esecutivo Conte 2. Anche in quel caso, sarebbe stato un primato, con la prima donna alla presidenza del Consiglio. Dopo la sua elezione, la Cartabia ha confermato come vicepresidenti della Consulta i giudici Aldo Carosi e Mario Morelli.

Marta Cartabia: le sentenze su vaccini e Ilva

Molto stimata dal Presidente della Repubblica, la nuova presidente della Corte Costituzionale ha collaborato già con Sergio Mattarella per alcuni anni. Alla Consulta, Marta Cartabia è relatrice di alcune sentenze molto importanti, come quella sui vaccini (l’obbligo di farli non è irragionevole) o quella sull’Ilva, che dichiarò incostituzionale il decreto del 2015 con il quale si consentiva la prosecuzione dell’attività nonostante il sequestro dopo l’infortunio mortale di un lavoratore.

Appassionata di musica, soprattutto quella classica, non disdegna i i Beatles e i Metallica; ama fare jogging e trekking.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO