Ex Ilva, i sindacati: "Cassa integrazione per 3.500 lavoratori"

3.500 lavoratori dell'acciaieria di Taranto finiranno in cassa integrazione straordinaria a partire dal 13 dicembre. A sostenerlo, anticipando una comunicazione ufficiale di ArcelorMittal, è Rocco Palombella, segretario generale dell'Unione Italiana Lavoratori Metalmeccanici (Uilm) all'AdnKronos:

Dopo la sentenza del giudice di Taranto per la chiusure di Afo 2, ArcelorMittal richiederà l'avvio di una procedura di cassa integrazione straordinaria per 3.500 lavoratori. Chiuderà l'Altoforno 2, tutta l'acciaieria numero 1, metà dell'acciaieria numero 2 e altri impianti minori.

Le operazioni di cassa integrazione straordinaria dovrebbero partire proprio il 13 dicembre prossimo e si completeranno nel giro di 3-4 settimane. In quei 3.500 lavoratori sono già inclusi i 1.273 dipendenti per i quali la cassa integrazione era già prevista.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO