Asili nido: in Italia c’è posto per un solo bimbo su quattro

asili nido italia

Negli asili nido italiani c’è posto per un solo bimbo su quattro. Il dato è per certi versi allarmante ed emerge dall’ultimo report Istat. Nel Bel Paese, la strutture atte ad accogliere i bimbi sotto i tre anni non rispettano dunque i parametri dell’UE. Le rilevazioni sono state effettuate durante l’anno scolastico 2017/2018 e hanno registrato l’esistenza di 13.145 asili nido in Italia, con i posti disponibili che coprono solo il 25,7% della domanda.

La percentuale è in lieve aumento ma rimane al di sotto del parametro fissato dall’Ue, che prevede una copertura del 33%. L’Istat, inoltre, rivela un’importante eterogeneità a livello territoriale: in Valle d’Aosta, ad esempio, sono disponibili 47 posti ogni 100 bambini, mentre in Campania la disponibilità è inferiore al 9%. Il lieve aumento di copertura a livello nazionale è da ricercarsi, secondo l’Istat, in un calo dei bambini residenti in Italia e in un leggero incremento dei posti a disposizione (+0,3%). La copertura prevista dall’Unione Europea è rispettata in Valle d’Aosta, Provincia autonoma di Trento, in Emilia Romagna, Toscana e Umbria. Nel Nord-Est e al Centro il target è molto vicino, mentre nelle restanti regioni del Centro-nord la percentuale è vicina al 30%.

Asili nido: situazione imbarazzante al Sud

Situazione imbarazzante al Sud, nonostante alcuni piccoli segnali di crescita della copertura. L’unica eccezione è rappresentata dalla Sardegna, che raggiunge quota 27,9%. In Abruzzo e Molise tra posti pubblici e privati la copertura è del 21%, mentre in Puglia c’è posto solo per 15 bambini su 100 negli asili nido. In Basilicata si scende al 14,3%, mentre le altre regioni meridionali sono sotto il 10%, con la Campania fanalino di coda (8,6%).

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO