Popolare di Bari, Salvini: "Conte ignorante o bugiardo, oppure tutti e due"

salvini banca popolare bari

Matteo Salvini è tornato all’attacco del governo direttamente da Bari. Il leader della Lega ha cavalcato proprio l’argomento del momento, ovvero il commissariamento della Banca Popolare di Bari. "Noi viviamo in un Paese dove venerdì pomeriggio alle 15, il premier, ahimé figlio di questa terra, dice che le banche italiane sono sicure e la Popolare di Bari non corre nessun rischio. Cinque ore dopo - sottolinea l’ex ministro dell’Interno - Bankitalia commissaria la Banca Popolare di Bari, che ha un buco di un miliardo. Ditemi se possiamo avere un presidente del Consiglio che o è ignorante o è bugiardo. Oppure tutti e due. Se in Puglia salta la Pop Bari, ci sono decine di migliaia di risparmiatori coinvolti".

Il presidente del Consiglio ha già garantito che dal Cdm di stasera non verrà fuori nessun aiuto ai banchieri, ma saranno tutelati i risparmiatori danneggiati. Salvini ha forti dubbi: "Stasera si troveranno per parlare della Banca Popolare di Bari: io voglio vedere in galera quelli che hanno rubato i risparmi dei lavoratori e degli imprenditori pugliesi e quelli che stanno rubando il futuro agli operai dell'Ilva di Taranto". La presenza nel capoluogo pugliese è stata l’occasione, per il leader del Carroccio, per tornare anche sulla questione Ilva, la cui soluzione continua ad essere ancora lontana. "Tu, Conte, non puoi andare all'Ilva e dire non so cosa fare, all'Alitalia e dire non so cosa fare, alla Popolare di Bari e dire non so cosa fare. Ti pagano per risolvere i problemi - ha insistito - , altrimenti scegli un operaio qualunque e lo mandi al tuo posto a fare il presidente del Consiglio e, probabilmente, lo farebbe anche meglio di te".

Salvini: "Banca d'Italia sia controllata dal popolo"

Poi, Salvini ribadisce di voler portare Banca d’Italia sotto il controllo del “popolo” attraverso il Parlamento: una proposta che la Lega ha già avanzato in aula. "Qualcuno doveva vigilare. Non è possibile che gli italiani paghino dirigenti pagati migliaia di euro in Banca d'Italia. Io spero che in Parlamento passi la proposta della Lega: riformare la Banca d'Italia per farla passare attraverso il Parlamento italiano e, quindi, attraverso il popolo italiano. Che sia il popolo italiano - conclude l’ex ministro dell’Interno, al governo fino a pochi mesi fa - a nominare i controllori che non controllano".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO