Museo Macro Roma, poster blasfemo: Gesù eccitato con un bambino. Meloni: "Raggi rimuova questo schifo"

Già due anni fa gli stessi manifesti erano stati affissi alle pensiline Atac...

Poster blasfemo

All'esterno del Macro Roma, il Museo di arte contemporanea, è stata affissa una serie di manifesti, ma uno in particolare ha colpito l'attenzione dei romani perché risulta blasfemo. A far notare il fattaccio sono stati gli esponenti di Fratelli d'Italia. Il capogruppo del partito di Giorgia Meloni alla Regione Lazio Fabrizio Ghera e il capogruppo in Campidoglio Andrea De Priamo hanno diffuso attraverso i social la foto che vedete qui in alto e una nota congiunta in cui spiegano che cosa è successo:

"Il manifesto affisso all’esterno del Macro di Roma, Museo di arte contemporanea della Capitale, è di una vergogna inaudita. Stamane, recandoci sul posto abbiamo notato un’immagine volgare che ritrae un bambino in ginocchio davanti a Gesù Cristo, quest’ultimo in evidente stato di eccitazione e con la mano in testa al bimbo. E’ inaccettabile che roba del genere venga esposta al pubblico, in un museo importante della città - peraltro con fondi pubblici - e frequentato anche da famiglie. Come Fratelli d’Italia chiediamo alla sindaca Raggi di far rimuovere urgentemente la locandina blasfema, indegna e offensiva non solo dei cristiani ma anche di Roma"

Anche Giorgia Meloni ha condiviso la notizia e ha commentato:

"Raggi rimuova questo schifo esposto al Museo di arte contemporanea di Roma. Non riesco a capacitarmi di come qualcuno abbia potuto autorizzare questo scempio dentro un museo comunale. Questa vergogna deve sparire subito, i responsabili siano sanzionati"

Quello che colpisce è che anche due anni fa questi stessi manifesti blasfemi erano stati affissi alle pensiline dell'Atac ed era stato denunciato per "offese a una confessione religiosa mediante vilipendio e affissione abusiva di manifesti" un 28enne street artist locale, rintracciato dalla Digos. Resta da capire se anche questa volta l'affissione è abusiva e si tratta di uno scherzo o se l'amministrazione è in qualche modo addirittura complice.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO