Corruzione, arrestato il sindaco di Villa San Giovanni

Giovanni Siclari è stato eletto con una lista civica ed è fratello del senatore di Forza Italia Marco Siclari.

Siclari

Corruzione, turbativa d'asta, falso in atto pubblico, truffa aggravata e peculato e, per una persona solamente, anche concorso esterno in associazione mafiosa: sono questi a vario titolo i capi d'accusa nei confronti di undici persone destinatarie oggi di altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere o agli arresti domiciliari.

L'indagine condotta dai Carabinieri di Reggio Calabria e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia reggina ha portato, tra gli altri, agli arresti del sindaco di Villa San Giovanni, Giovanni Siclari, Antonino Repaci e Calogero Fimiani, rispettivamente presidente del Cda e amministratore delegato della società di navigazione "Caronte & Tourist Spa".

Secondo gli inquirenti, i manager indagati avrebbero promesso di elargire utilità ad amministratori comunali che, in cambio, hanno asservito la loro funzione pubblica agli interessi privati della società "Caronte & Tourist Spa". Quest'ultima avrebbe inoltre ottenuto in maniera illecita l'affidamento di un'area edificabile con la compiacenza del sindaco. Antonino Repaci, presidente del Cda della "Caronte & Tourist Spa", secondo l'accusa, avrebbe avuto come suo principale interlocutore proprio il sindaco Giovanni Siclari, che è stato eletto con una lista civica ed è fratello di Marco Siclari, senatore di Forza Italia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO