Vaticano, segnalati mille abusi sessuali in un anno: "Siamo sopraffatti"

Il quadruplo delle denunce rispetto a un decennio fa.

Papa Francesco rom

L'ufficio del Vaticano che riceve le denunce di abusi sessuali da parte del clero è oberato di lavoro: in un anno è stata registrata la cifra record di mille segnalazioni, circa il quadruplo rispetto a una decina di anni fa. Anche merito della stretta imposta da Papa Francesco e dell'abolizione del segreto pontificio sulla pedofilia.

Il capo Ufficio della Sezione Disciplinare nella Congregazione per la dottrina della fede, John Joseph Kennedy, ha spiegato:

"Per evadere tutti i documenti relativi al 2019, il quadruplo di quanti se ne gestivano un decennio fa, il personale dovrebbe lavorare sette giorni alla settimana. Stiamo effettivamente assistendo a uno tsunami di casi, al momento, in particolare da Paesi di cui non abbiamo mai sentito parlare prima"

I casi più eclatanti si sono verificati in Argentina, Messico, Cile, ma anche Italia, Polonia e Stati Uniti. Kennedy ha ammesso:

"Suppongo che se non fossi un prete e se avessi un bambino maltrattato, probabilmente smetterei di andare a messa. Li esamineremo dal punto di vista forense e garantiremo il giusto risultato. Non si tratta di riconquistare la gente, perché la fede è qualcosa di molto personale. Ma almeno diamo alla gente la possibilità di dire: 'Forse diamo alla chiesa una seconda possibilità di ascoltare il messaggio'"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO