Sardine, Martina (PD): "Ossigeno puro, ma ora passino alle periferie"

Maurizio Martina su governo al capolinea

L'ex segretario del Partito Democratico Maurizio Martina ha risposto dalle pagine di Repubblica alla lettera dei quattro fondatori del movimento delle Sardine, che hanno messo nero su bianco il totale disinteresse nel diventare un partito.

Martina riconosce che le piazze riempite dalle Sardine non sono soltanto una sfida contro la destra e l'estrema destra italiana, ma chiedono un importante cambiamento anche alla sinistra con cui condividono la maggior parte delle posizioni:

Quelle piazze sono alternative alla destra ma pongono una grande domanda di cambiamento anche al centrosinistra. Per questo, seguendo la riflessione del segretario Nicola Zingaretti, dopo le regionali noi dobbiamo avere il coraggio e la forza di aprire una strada nuova per costruire un grande soggetto plurale. Il passaggio sarà dal Partito democratico ai democratici.

Martina, però, ha anche lanciato una sorta di sfida alle Sardine, invitando a tenere in maggiore considerazione i territori periferici, quelli che sondaggi alla mano tendono più a seguire la propaganda di Matteo Salvini rispetto ai grandi centri abitati:

Ho praticato quelle piazze e ho percepito una dimensione popolare che per noi è ossigeno allo stato puro. Ma anche le Sardine devono porsi il tema enorme, e per me cruciale, dei territori periferici. Hanno di fronte ancora la grande questione della frattura tra città e campagna, fra centro e periferia. Penso però che questi ragazzi lo sappiano come noi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO