Congresso della Lega a Milano: braccio di ferro Salvini-Bossi

congresso lega salvini bossi

La Lega si è ritrovata oggi all'Hotel Da Vinci di Milano per il congresso che ha l’obiettivo di modificare lo statuto federale. "Oggi è l'inizio di un bellissimo percorso, è il battesimo di un movimento che ha l'ambizione di rilanciare l'Italia nel mondo", ha detto al suo arrivo il leader Matteo Salvini. Nonostante la sua presenza fosse in dubbio, anche Umberto Bossi si è presentato all’appuntamento, seppur in carrozzina per via delle sue precarie condizioni di salute. Standing ovation per colui che nel 1991 ha fondato il movimento che è attualmente il primo partito in Italia.

Dal palco, però, il “senatur” non ha lesinato stoccate a Salvini: "Se vuole avere la possibilità di avere il simbolo della Lega nel partito che sta facendo, deve raccogliere le firme". "Questo congresso - ha aggiunto - nella sostanza dà la possibilità di avere il doppio tesseramento, sarà possibile essere iscritti alla Lega e alla Lega per Salvini. Questo glielo possiamo concedere, siamo noi che concediamo non è Salvini che ci impone. Salvini non può imporci niente, lo diciamo con franchezza".

L’ex senatore e ministro dell’allora Lega Nord, ha poi detto la sua sul movimento delle Sardine. "Non bisogna sottovalutarle, sono una operazione intelligente, rappresentano la spunta sociale contro il Palazzo. All'inizio - ammette - lo abbiamo fatto anche noi della Lega. Le Sardine non diventeranno un partito, il partito c'è già e si chiama Pd".

Salvini: "Grillo e Di Maio seminano e raccolgono tradimento"

Salvini, dal canto suo, ha ribadito che il congresso di oggi non chiude l’esperienza della Lega per far nascere un nuovo partito, ma sarà l’inizio del rilancio per l’Italia. L’ex ministro dell’Interno si è anche soffermato sul caso della nave Gregoretti, per la quale Salvini è accusato di sequestro di persona. "Grillo e Di Maio? Da loro non mi aspetto più nulla, penso che abbiano lasciato per strada qualsiasi tipo di dignità e di senso dell'onore. Non si lamentino se poi gli elettori ed eletti dei 5 Stelle, che invece la dignità la mantengono, fanno altre scelte. Però - conclude - auguri, ognuno raccoglie quello che semina, chi semina tradimento raccoglie tradimento".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO