'Ndrangheta, Di Maio ringrazia Gratteri e rimbrotta la deputata Pd che ha parlato di "inchiesta show"


Luigi Di Maio prende posizione contro le critiche mosse a Nicola Gratteri, procuratore di Catanzaro e capo della Dda, dopo l’inchiesta che ha smantellato i clan di 'ndrangheta del vibonese e che vede coinvolti professionisti e politici, con oltre 330 arresti eseguiti nella notte tra il 18 e il 19 dicembre scorsi.

"Un servitore dello Stato come Nicola Gratteri merita solo rispetto" non "insulti, come ha fatto qualcuno in questi giorni, addirittura una deputata della Repubblica che ha avuto il coraggio di definire tutto uno show".

Di Maio si riferisce alle parole di Enza Bruno Bossio, deputata dem e moglie dell’ex parlamentare Nicola Adamo, indagato per traffico di influenze e raggiunto da un divieto di dimora nell’ambito dell'inchiesta denominata Rinascita-Scott. "Gratteri arresta metà Calabria. È giustizia? No è solo uno show! Colpire mille per non colpire nessuno. Anzi si. Colpire la possibilità di Oliverio di ricandidarsi" aveva scritto a caldo su Facebook Bruno Bossio, salvo poi cancellare il post.

Il Pd ne aveva preso immediatamente le distanze spiegando che il pensiero "della Bruno Bossio non rappresenta quello della comunità del Partito Democratico della Calabria. Ringraziamo Gratteri per il lavoro svolto e per aver inflitto alla ‘ndrangheta un duro colpo".

Il procuratore di Catanzaro ha preferito non commentare l’uscita della moglie di Adamo - "Sarà la storia a spiegare tante cose... I provvedimenti sono opera di un giudice terzo" - e oggi incassa anche i ringraziamenti del ministro degli Esteri che li fa "a nome del governo e del M5s".

Per Di Maio le parole della Bruno Bossio sono "inaccettabili... Combattere le mafie non è uno show, ma un dovere" anche se alcuni giornali non sembrano essersene accorti, ha chiosato polemicamente l’ex vicepremier.

Di Maio difende gratteri

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO