Popolare Bari, Visco replica a Di Maio: "Bankitalia ha vigilato"

Ignazio Visco contro di maio popolare di bari

Il governatore di Bankitalia Ignazio Visco non ci sta a passare per capro espiatorio nella vicenda della Banca Popolare di Bari, il cui crack ha impegnato il governo a intervenire "non per salvare i banchieri ma i risparmiatori" secondo la formula usata da Luigi Di Maio e colleghi per giustificare l’intervento pubblico di salvataggio dell’istituto di credito.

Il leader del M5S ha puntato insistentemente il dito contro i tecnici di Palazzo Koch accusandoli di omessa vigilanza e chiedendo a gran voce una riforma dei poteri di controllo in capo a Bankitalia.

La replica di Visco a Di Maio è arrivata dalle pagine del Corriere della Sera: "La Banca d'Italia ha sempre svolto il proprio compito rispettando le regole, ha sempre collaborato e continuerà a farlo ed è pronta a fornire, come sempre tutte le informazioni disponibili, così come è pronta a rendere conto del proprio operato, nelle sedi istituzionali".

Visco ha spiegato che il "commissariamento è stato disposto quando le perdite hanno ridotto i livelli di capitale al di sotto dei minimi stabiliti dalle regole prudenziali”. Infatti: "La discesa del capitale al di sotto dei minimi non si era registrata negli anni precedenti, nonostante le difficoltà della banca" ma "è emersa solo a seguito dell’ultimo accertamento ispettivo effettuato nei mesi scorsi dalla Banca d’Italia".

In merito all’intervento del Fondo Interbancario e del Mediocredito centrale questo "è volto a evitare scenari liquidatori e possibili perdite per i risparmiatori di Popolare Bari che detengono depositi e obbligazioni. Gli azionisti partecipano al capitale di rischio: il piano industriale definirà la misura dell’aumento di capitale necessario, le modalità di realizzazione e il coinvolgimento degli attuali azionisti" ha aggiunto il governatore.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO