Governo, pochi fondi per l'istruzione: "Fioramonti si è dimesso"

Lorenzo Fioramonti chi è nuovo ministro istruzione

Aggiornamento 23:30 - Arrivano conferme da Palazzo Chigi: il Ministro Fioramonti ha rassegnato le sue dimissioni. In pole per sostituirlo ci sarebbe Nicola Morra, attuale presidente della Commissione parlamentare antimafia.

"Fioramonti si è dimesso"

L'aveva promesso e a quanto pare l'ha fatto. Proprio nel giorno di Natale è scoppiato il 'caso Fioramonti'. Secondo l'agenzia Agi il Ministro avrebbe infatti già consegnato una lettera con le sue dimissioni al Premier Conte perché insoddisfatto dallo stanziamento di fondi per l'istruzione previsto nella manovra. L'esponente dei 5 Stelle, già vice del leghista Marco Bussetti, avrebbe deciso di fare un passo indietro perché il Governo è riuscito a mettere sul piatto "solo" 2 miliardi.

Fioramonti aveva infatti chiesto - ma sarebbe meglio dire, preteso - un nuovo investimento di almeno 3 miliardi nell'istruzione, uno stanziamento da lui ritenuto indispensabile per il funzionamento della scuola e dell'università. Proprio nei giorni scorsi il Ministro Gualtieri si era rammaricato di non aver potuto fare di più per la scuola, garantendo maggiori sforzi l'anno prossimo. Una promessa, questa, non sufficiente a frenare Fioramonti.

Le dimissioni del ministro dovrebbero venire ufficializzate nelle prossime ore, ma a quanto pare non sarebbe tutto. Fioramonti sarebbe anche intenzionato a costituire un nuovo gruppo alla Camera, lasciando dunque i 5 Stelle. Questo nuovo gruppo dovrebbe comunque continuare a sostenere l'azione del Governo, pur facendolo dall'esterno.

È bene ricordare che per formare un nuovo gruppo alla Camera servono minimo 20 deputati; è improbabile che ci siano così tanti parlamentari pronti a seguire Fioramonti, che potrebbe limitarsi a confluire nel gruppo misto capeggiando una sua componente.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO