Fioramonti: "Perché M5S mi attacca? Io coerente". L’ex ministro verso un gruppo autonomo?

Ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti (M5S)

Lorenzo Fioramonti, ministro dimissionario dell’Istruzione e parlamentare del Movimento 5 Stelle, probabilmente non pensava di venire contestato più ora che non è al governo che quando ne faceva parte. Per giunta trattasi di fuoco amico, da parte del suo stesso partito.

Il ministro ha rassegnato le dimissioni a causa dei pochi fondi riservati alla scuola nella manovra di bilancio. "Lascio per coerenza - aveva spiegato Fioramonti - serviva più coraggio". Lo stesso coraggio che la ministra della Pubblica amministrazione Fabiana Dadone (M5S) si sarebbe aspettata da lui: "Chi ha coraggio non scappa".

Fioramonti - di cui si ricorderà la "giustificazione" per gli studenti che scioperavano per l’emergenza clima e l’uscita sul crocifisso non necessario a scuola - è pure finito sul banco degli imputati del Movimento, con l’accusa di non essere in regola con i rimborsi. Il senatore Gianluigi Paragone ne ha chiesto conto, è proprio il caso di dirlo, al capo politico Luigi di Maio ("dov'era? Non lo sapeva o ha fatto finta di non vedere?").

L’ex ministro dell’Istruzione per tutta risposta ha rispedito le accuse al mittente criticando la poca trasparenza del sistema dei rimborsi e aggiungendo che le sue ultime restituzioni "saranno donate" alla fondazione Tecnopolo Mediterraneo per lo sviluppo sostenibile di Taranto.

"Mi stupisce che tante voci della leadership del M5S mi stiano attaccando. E per cosa? Per aver fatto solo ciò che ho sempre detto" si difende Fioramonti, il quale assicura che il proprio impegno per la scuola continuerà nella veste di deputato che potrebbe formare un "gruppo autonomo ispirato ai verdi" secondo l’indiscrezione di Alessandro Cattaneo di Forza Italia.

Cosa che preoccupa non poco i vertici pentastellati. Di certo l'uscita di Fioramonti dal governo ha ridato fiato alle opposizioni per attaccare un esecutivo che perde pezzi e che è unito da un solo collante: la paura del voto.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO