Governo: i redditi di Conte e dei ministri

Luigi Di Maio non ha ancora presentato la sua dichiarazione

Sono stati pubblicati i redditi dei parlamentari e dei componenti dell'Esecutivo per l'anno 2018. Nel Governo ad aver dichiarato il reddito imponibile più alto è stato il Premier Giuseppe Conte, per un importo pari ad 1.155.229 milioni di euro. Nell'anno precedente Conte dichiarò 370.014 euro, per un aumento quindi di oltre 700mila euro. Nel caso di Conte non sono intervenute variazioni in rapporto all'ultima dichiarazione presentata: il Premier è sempre proprietario di una abitazione privata e di una Jaguar d'epoca immatricolata nel '96.

Il significativo incremento dell'imponibile è legato alla chiusura degli incarichi professionali pendenti, e quindi alla contestuale emissione delle relative fatture, nel momento in cui Conte ha assunto l'incarico di Presidente del Consiglio con M5S e Lega. In buona sostanza, Conte ha fatturato in un solo anno importi che, viceversa, sarebbero stati diluiti nel tempo.

Al secondo posto della "classifica" c'è Dario Franceschini, capodelegazione del Pd nella squadra di Governo. Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, ha dichiarato un reddito di 200mila euro, con alcune variazioni rispetto all'anno precedente legate alle cessioni di un fabbricato di Ferrara alle figlie e a quella del 50% di un immobile a Roma a sua moglie.

Al terzo posto c'è la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese, con 160.876 euro di reddito imponibile, oltre alla comproprietà di 7 fabbricati tra Roma, Potenza e Milano ed azioni e derivati di 4 società. Subito dietro la Lamorgese, con un imponibile di 153.832 euro, c'è il Ministro della Giustizia, il pentastellato Alfonso Bonafede, comproprietario di un fabbricato a Firenze e proprietario di una Mercedes classe B. Il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini (Pd), ha invece dichiarato un reddito imponibile di 131.914 euro.

Seguono la Ministra del Lavoro e politiche sociali, Nunzia Catalfo (M5S), con 115.290 euro e il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, con 104.271, che nel 2018 ha acquistato una Bmw Mini Cooper in sostituzione di una Mercedes classe A. Il Ministro dell'Economia e finanze, Roberto Gualtieri (Pd), ha invece dichiarato un reddito di 104.134 e la proprietà di un fabbricato a Roma, oltreché quella di una Citroen C4.

Il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia (Pd), ha invece dichiarato un reddito di 99.693 euro e la proprietà di due appartamenti: uno a Roma e uno a Bisceglie. La Ministra della PA, Fabiana Dadone (M5S), ha dichiarato un reddito di 98.471 euro, mentre il ministro dei rapporti con il Parlamento, Federico D'Inca (M5S), uno di 95.863 euro.

La Ministra dell'Agricoltura, Teresa Bellanova (IV), ha dichiarato un reddito di 94.445 euro, di aver acquistato una Passat e di aver ceduto il 50% di un immobile sito in San Cataldo che aveva in comune con il fratello. La Ministra delle Infrastrutture e trasporti, Paola De Micheli (PD), ha dichiarato 93.053 euro di reddito ed ha acquistato fondi di investimento Mediolanum per un importo pari a 54.307, oltre a restare proprietaria di una Mercedes Classe A e del 50% di un fabbricato a Piacenza.

Vincenzo Spadafora (M5S), ministro per le politiche giovanili e lo sport, ha dichiarato 84.340 euro e quello per il Sud e la coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, la somma di 81.245 euro, la proprietà di porzioni di immobili a Palermo, Caltanissetta e Roma, oltre ad un'Audi A3 e una Vespa 150.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza (Mdp), ha dichiarato 77.762 euro insieme all'acquisto di alcune porzioni di immobili a Roma, mentre il suo viceministro, Pierpaolo Sileri (M5S), ha dichiarato un imponibile di 199.546 euro.

A chiudere questa "classifica" ci sono il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli (M5S), con 63.965 ed il ministro degli Affari europei, Enzo Amendola (PD), con 45.753 e la proprietà al 50% di una casa a Roma. Non hanno invece ancora presentato la loro dichiarazione il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio (M5S), la Ministra per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti (IV), e la Ministra per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano (M5S).

Nell'elenco dei componenti del Governo mancano ancora la Ministra della Scuola, Lucia Azzolina (M5S), ed il Ministro dell'Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi. Entrambi sono al momento solo stati designati, ma non hanno ancora prestato giuramento.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO