Crisi USA-Iran, Di Maio: "Ue deve parlare con una voce sola" | Italia blocca addestramento truppe irachene


Dopo il comunicato diffuso ieri dalla Farnesina in merito al raid americano a Baghdad in cui è rimasto ucciso il numero due del regime di Teheran, il generale Qassem Soleimani, oggi dei venti di guerra che soffiano più forti in Medio Oriente parla, via Facebook, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: "L'Italia ha lanciato un forte appello al dialogo e alla responsabilità, invitando a mantenere aperti i canali con tutti gli interlocutori. Ma se vogliamo essere davvero incisivi, l'Ue deve parlare con una sola voce".

In un post Di Maio scrive che: "L'uso della forza non ha mai portato da nessuna parte, ha sempre provocato ulteriore destabilizzazione". Il segretario di Stato americano Mike Pompeo nelle scorse ore si è lamentato del mancato appoggio da parte dell’Europa per il raid: da paesi come Germania e Francia il capo della diplomazia USA si sarebbe aspettato di più.

Intanto l'Italia fa sapere di aver sospeso "in linea con la coalizione" l'addestramento delle truppe irachene, come apprende Adnkronos che cita fonti del ministero della Difesa che riferiscono di "una delle misure di sicurezza decise" dopo il raid costato la vita al generale iraniano Soleimani. La missione di addestramento "una volta stabilizzata la situazione, verrà ripresa quanto prima".

Di Maio su omicidio soleimani

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO