Di Maio: "Chi crede nella violenza espone gli italiani alle ritorsioni"

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha un bel da fare in questi giorni di tensione ai massimi livelli nel Medio Oriente e anche oggi, mentre il Presidente USA Donald Trump continua a minacciare l'Iran e l'Iraq, il leader pentastellato ribadisce la propria vena pacifista, tirando in ballo anche i cittadini italiani:

La guerra e la violenza, appunto, non sono soluzioni, e non possono essere mai considerate tali. Sono l'unica risposta che è stata trovata in passato, una risposta vecchia, e su cui abbiamo già ricevuto fin troppe lezioni. Chi ancora crede che la strada sia la violenza, è fermo al passato o non ha ancora compreso le lezioni dalla storia. E, quel che è peggio, sta esponendo tutti gli italiani a un pericolo di ritorsioni.

In un lungo post su Facebook Di Maio ribadisce che la soluzione migliore al momento - e questa sembra essere la linea italiana - è quella del dialogo:

Ora non è più il tempo di rischiare morte, terrorismo, ondate migratorie insostenibili, ora è il momento di scommettere sul dialogo, sulla diplomazia e sulle soluzioni politiche. Il dialogo crea, il dialogo è per chi sa costruire e, come forza di governo, questa è la risposta che scegliamo per l'Italia.
Questo non è un gioco, e non abbiamo nessuna intenzione di ripetere gli errori del passato. È semplice? No, ma le conquiste più grandi non sono mai semplici, richiedono determinazione e tempo.
Sicurezza, prosperità, pace: ne abbiamo diritto, ma abbiamo anche il dovere di lavorare per questi obiettivi. E lo stiamo facendo, individuando le opportune priorità.

Negli ultimi giorni le vicende che riguardano l'Iran e la Libia ci riportano a ricordi di un passato di guerra, un...

Posted by Luigi Di Maio on Monday, January 6, 2020
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO