Ex Ilva: stop allo spegnimento dell’Altoforno 2, riparte trattativa governo-ArcerloMittal

ex ilva altoforno arcelormittal

Il Tribunale del Riesame ha detto stop allo spegnimento dell’Altoforno 2 dell’ex Ilva di Taranto. Accolto il ricorso, presentato dai commissari dell’impianto in amministrazione straordinaria e attualmente gestito da ArcelorMittal, contro la decisione del 10 dicembre scorso con cui il giudice Francesco Maccagnano aveva respinto l’istanza di proroga dell’uso dell’Altoforno 2. Il giudice, negando la proroga della facoltà d’uso, aveva di fatto valutati gli adempimenti attuati in accoglimento della richiesta formulata dalla Procura della Repubblica nel 2015.

In sostanza, un principio precauzionale era stato estremizzato trasformando una misura cautelare in una sanzione anticipata. Con la decisione del Tribunale del Riesame, i commissari potranno mettere a norma l’impianto anche in virtù del contratto da 11,5 milioni di euro siglato con Paul Wurth. L’ultima fase dello spegnimento, da cui non si sarebbe più potuto tornare indietro e che sarebbe dovuta iniziare domani è scongiurata. L’Altoforno 2 potrà riprendere il normale esercizio, ma potrà anche ripartire la trattativa tra il governo italiano e ArcelorMittal. Dopo il pre-accordo siglato lo scorso 20 dicembre, c’è tempo fino al 31 gennaio per trovare un’intesa vincolante per il rilancio dell’ex Ilva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO